Con il pareggio a reti inviolate di giovedì a Salonicco contro il Paok si è concluso il precampionato dei nerazzurri, attesi ora dalla prima partita ufficiale valida per il preliminare di Europa League contro gli islandesi dello Stjarnan. L’Inizio della nuova stagione ci permette di tracciare un bilancio sul lavoro svolto in fase di preparazione dalla squadra di Walter Mazzarri. E’ chiaro che le amichevoli estive non possono esprimere valori assoluti ma la direzione verso la quale lavora tutto lo staff nerazzurro sembra chiara e precisa.

L’Inter ha disputato un buon torneo negli Stati Uniti: vittoria ai rigori contro il Real Madrid, sconfitta sempre dal dischetto contro il Manchester United e vittoria per 2-0 contro la Roma. La squadra ha mostrato un’ottima organizzazione difensiva, Vidic è apparso subito perfettamente integrato con i suoi nuovi compagni di reparto ed inoltre gli esterni hanno lavorato molto bene. Dodò si è subito messo in mostra rivelandosi un’alternativa valida per la stagione dei nerazzurri.

Il problema nasce nella costruzione del gioco: nelle ultime due amichevoli (la sconfitta di Francoforte contro l’Eintracht per 3-1 ed il pareggio a Salonicco) la squadra ha faticato non poco a rendersi pericolosa. Contro squadre sulla carta più abbordabili l’Inter ha trovato più difficoltà rispetto alle squadre affrontate negli USA. Questo perchè in America le avversarie giocavano alla pari senza chiudersi in difesa e la Beneamata ha potuto aspettare e ripartire in contropiede.

Il passo successivo che Walter Mazzarri (foto by Infophoto) dovrà compiere sarà quello di creare un gioco che possa scardinare le difese avversarie, soprattutto di quelle squadre che giocheranno in difesa contro i nerazzurri e proveranno a ripartire in contropiede. Nella passata stagione l’Inter ha perso troppi punti contro le “medio-piccole”, questo non dovrà ripetersi se si vorrà migliorare rispetto allo scorso campionato.

LEGGI ANCHE

PAOK SALONICCO-INTER AMICHEVOLE: SCIALBO PAREGGIO IN GRECIA, DEBUTTO DI OSVALDO

EINTRACHT FRANCOFORTE-INTER AMICHEVOLE: BOTTA ILLUDE, SEFEROVIC PUNISCE I NERAZZURRI

INTER-ROMA GUINNESS INTERNATIONAL CHAMPIONS CUP: VIDIC-NAGATOMO, L’INTER C’E’