Questa sera, ore 21.05, l’Inter scende in campo contro il francesi del St.Etienne per la 3.a giornata della fase a gironi di Europa League. Partita molto insidiosa, con i francesi che saranno supportati da circa 10.000  e con la squadra transalpina in cerca di punti fondamentali in chiave qualificazione. Infatti la classifica del gruppo vede la Beneamata in testa con 6 punti, seguono proprio i francesi con 2 ultimi a pari merito il Dnipro ed il Qarabag con 1 punto. Per Walter Mazzarri questa è la classica partita da non sbagliare: nel giorno delle clamorose dimissioni di Massimo Moratti dal ruolo di presidente onorario dell’Inter, il tecnico toscano deve fare i conti con i tifosi che chiedono alla società un cambio alla guida tecnica della squadra. Il pareggio contro il Napoli nell’ultima giornata di campionato, non ha spento i malumori di una piazza convinta che la squadra possa ottenere risultati più importanti rispetto al difficile inizio di stagione della squadra nerazzurra. Questa sera arbitrerà l’inglese Anthony Taylor.

Mazzarri pensa ad un ampio turnover per far fronte ai molti impegni ravvicinati dell’Inter nei prossimi giorni ma non rinuncia al 3-5-2, suo marchio di fabbrica. In porta ci sarà Carrizo mentre la difesa sarà composta da Andreolli, Vidic e Juan Jesus che sembra favorito su Campagnaro. Sugli esterni poche possibilità di scelta per il tecnico toscano e quindi spazio a Dodò e a Mbaye, al debutto da titolare in questa stagione. Medel, non al meglio, farà spazio a M’Vila con Obi ed Hernanes che completeranno il reparto. In attacco Guarin (foto by Infophoto) fungerà da seconda punta alle spalle del centravanti che dovrebbe essere Icardi leggermente favorito su Palacio.

Probabili formazioni

INTER (3-5-2): Carrizo, Andreolli, Vidic, Juan Jesus, Mbaye, M’Vila, Hernanes, Kuzmanovic, Dodò, Guarin, Icardi. All. Mazzarri

ST. ETIENNE (4-3-3): Ruffier, Catherine, Sall, Perrin, Tabanou, Clement, Lemoine, Cohade, Monnet-Paquet, Van Wolfswinkel, Hamouma. All. Galtier

LEGGI ANCHE

MORATTI LASCIA L’INTER: CLAMOROSO, DIMISSIONI DA PRESIDENTE ONORARIO

INTER MORATTI: “IL FUTURO DI MAZZARRI LEGATO AI RISULTATI”