Inter-Spal 2-0 e nerazzurri che volano in tsta alla classifica insieme alla Juventus a punteggio pieno. Tre vittorie su tre per Spalletti, stavolta ad essere piegata è una buona Spal.

I nerazzurri non trovano spazi, Gagliardini ci prova due volte con tiri da fuori, ma la svolta del match arriva quando Vicari abbatte sulla linea dell’area di rigore Joao Mario. L’arbitro comanda un calcio di punizione dal limite, decisione modificata con l’utilizzo del Var. Penalty e gol di Icardi per l’1-0.

Nella ripresa l’Inter subisce un po’ di pressione da parte degli ospiti, che mettono una serie di palloni pricolosi dalle parti di Handanovic.

Nel finale, quando la partita si avvia stancamente e senza emozioni verso il triplice fischio, San Siro è scosso da un sussulto: tiro al volo splendido di Perisic su cross di D’Ambrosio e 2-0. Spalletti sorride, l’Inter c’è.

INTER-SPAL 2-0
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Dalbert; Gagliardini, Valero (dal 32’ s.t. Vecino); Candreva (dal 43’ s.t. Eder), Joao Mario (dal 21’ s.t. Brozovic), Perisic; Icardi (Padelli, Berni, Ranocchia, Nagatomo, Vanheusden, Karamoh, Eder, Pinamonti). All. Spalletti.
SPAL (3-5-2): Gomis; Salamon, Vicari, Vaisanen; Lazzari, Schiattarella, Viviani (dal 40’ s.t. Bonazzoli), Mora (dal 33’ s.t. Grassi), Costa; Paloschi (dal 21’ s.t. Antenucci), Borriello (Poluzzi, Marchegiani, Felipe, Cremonesi, Bellemo, Konate, Mattiello, Schiavon, Vitale). All. Semplici.
ARBITRO: Gavilucci (Latina).
MARCATORI: Icardi al 27’ p.t.; Perisic al 43’ s.t.
NOTE: spettatori 57.235. Ammoniti: Vicari, D’Ambrosio, Gagliardini per gioco scorretto; Mora per proteste. Recuperi: 2’ p.t.; 5’ s.t.