La 3.a giornata di Serie A doveva sancire il cambio netto di mentalità rispetto alla scorsa stagione da parte dell’Inter: la realtà dei fatti invece ha decretato che la squadra nerazzurra è ancora un cantiere aperto pieno di dubbi e incertezze. La Beneamata è riuscita strappare un pareggio in casa dei rosanero con le unghie e con i denti, senza mostrare progressi rispetto alle partite precedenti. La squadra di Mazzarri ha fatto invece qualche passo indietro, mostrando lacune preoccupanti dal punto di vista fisico e mentale.

Nella prima frazione di gioco Ranocchia e compagni non sono sembrati scendere in campo, il Palermo dal canto suo ha dimostrato tutti i difetti di una rosa ancora timida e non pronta a scendere in campo ogni 3 giorni. Rispetto allo scorso campionato i nerazzurri si dovranno abituare a competere su 3 fronti, affrontando lunghe trasferte e riuscendo a tenere alta la concentrazione in ogni match.

Mazzarri (foto by Infophoto), pur commettendo errori, non può essere l’unico colpevole per la mancanza di continuità da parte della squadra. Sono i giocatori a doversi prendere delle responsabilità in più essendo loro quelli che scendono in campo. Contro il Sassuolo la settimana scorsa abbiamo visto un’Inter carica e motivata, l’esatto opposto di quella vista ieri sera a Palermo.

5 punti in 3 giornate contro Torino, Sassuolo e Palermo sono davvero un magro bottino per una squadra che vuole competere nella corsa al 3° posto. Sarà necessario cambiare registro immediatamente, cercando quella continuità di risultati indispensabile per il nostro campionato. Mercoledì a Milano arriva l’Atalanta, reduce dall’immeritata sconfitta interna contro la Fiorentina: i tifosi si aspettano subito una reazione da parte dei nerazzurri con la speranza che non sia solo un fuoco di paglia. Troppe sono le similitudini rispetto allo scorso campionato ed il rischio è quello di vedere un’Inter incapace di crescere e maturare per raggiungere i traguardi prefissati.

LEGGI ANCHE

PALERMO-INTER 3.A GIORNATA: BRUTTA INTER, ALLA FINE E’ SOLO UN PAREGGIO

PALERMO-INTER PAGELLE: VIDIC GRAVE ERRORE, KOVACIC LA LUCE NEL BUIO