Inter-Sassuolo 0-1. I nerazzurri perdono la seconda gara casalinga consecutiva in casa e la testa della classifica, occupata ora dal Napoli. Così come contro la Lazio, la beffa per i nerazzurri si consuma nel finale e su calcio di rigore. I neroverdi Di Di Francesco passano grazie ad un penalty messo a segno da Domenico Berardi, comandato dal’arbitro per atterramento di Defrel da parte di Miranda.

L’Inter può recriminare per le numerose occasioni buttate al vento, specie ad inizio partita.

Dopo appena un minuto Ljajic spreca tutto da centro area di rigore: nell’occasione il serbo avrebbe potuto fare meglio. Un altro giro di lancette e Perisic compie una mezza rovesciata che si spegne di poco a lato.

L’inizio scoppiettante lascia presagire una bella mattinata per l’Inter, che tuttavia, filata via la verve dei primi minuti, segna il passo.

Il Sassuolo si fa vivo con una bella punizione di Sansone che impegna severamente Handanovic.

La squadra di Mancini torna però a farsi viva in area di rigore emiliana: delizioso cross di Nagatomo e Ljajic che manda di nuovo tutto all’aria con un colpo di testa manda alto.

La gara offre diverse occasioni da gol, ma la partita non si schioda dallo 0-0. Sansone, ancora da calcio piazzato, obbliga Handanovic a rifugiarsi in angolo, Falcinelli ci prova su cross di Duncan, mentre sul finire del primo tempo sono belle ma imprecise le conclusioni di Berardi da una parte e Ljajic dall’altra. E’ bello il tiro agiro di quest’ultimo, deviato in angolo da Consigli.

La ripresa non è scoppiettante come il primo tempo e ci si annoia un po’. Ljajic proprio non riesce a fare gol neanche quando sembra fatto. Al 17′ spara addosso a Consigli, lo stesso fa Falcinelli con Handanovic poco più tardi.

Ci provano Kondogbia e ancora Ljajic, ma il Sassuolo regge. Palacio, subentrato nel frattempo a Perisic, tocca a porta a vuota, sembra gol e invece no perché Peluso ricaccia indietro il pallone.

Nel finale la partita si riaccende e diventa piacevole ed emozionante. Mancini manda in campo Jovetic al posto di Kondogbia. Floro Flores in spaccata potrebbe beffare Handanovic, poi è proprio il montenegrino ad impegnare Consigli con un bel destro.

In pieno recupero il pasticcio difensivo interista. Murillo è distratto e Miranda è ciostretto ad usare le maniere forti per fermare Defrel. Rigore. Berardi sul dischetto e Inter che perde partita e testa della classifica. Mancini ha dichiarato che gli 1-0 sono bellissimi. Una frase che oggi troverà d’accordo Sarri e Allegri.