Sfumano le speranze Champions per l’Inter. Nel posticipo della 30esima giornata viene rimontata dalla Sampdoria: avanti con D’Ambrosio, Schick e Quagliarella affossano la squadra di Pioli.

Inter-Sampdoria, D’Ambrosio insolito bomber

Si presentavano con un ottimo ruolino i nerazzurri all’appuntamento: nove vittorie nelle ultime dieci in casa. E in campo le cose girano piuttosto bene, all’inizio. Perisic e Candreva seminano pericoli sulle fasce, Banega invanta sulla trequarti. Fatica tuttavia e entrare in partita l’ex di turno Icardi, poco servito. A far gioire il pubblico di casa è D’Ambrosio, fortunato a trovare con un destro al volo la deviazione decisiva di Bereszynski. I liguri hanno il merito di non scomporsi, che quasi non vanno al riposo in parità. Medel sbaglia un colpo di testa, e Bruno Fernandes colpisce il palo in pieno recupero, prima che Schick concluda fuori.

Shick-Quagliarella, l’Inter sprofonda

Per la seconda frazione Gagliardini è costretto a uscire, lasciando spazio a Kondogbia. È la svolta. L’1-1 arriva al 5’, quando Schick devia in rete colpo di testa di Silvestre. Tradita dalla frenesia, l’Inter gestisce male la palla, favorendo le ripartenze blucerchiate. Candreva serve col contagiri Icardi al 27’, ma l’argentino calcia incredibilmente alto. Combina di peggio Brozovic, che al 40’ regala agli ospiti un rigore, allargando il braccio su una punizione di Alvarez. Dagli undici metri  Quagliarella non fallisce. L’Inter sprofonda a -9 dal Napoli, dietro a Lazio e Atalanta, decisamente in forma migliore. Più che la Champions, resta da pensare all’Europa League. Il sesto posto non garantisce la qualificazione e il 15 sarà derby col Milan, a -1.

INTER-SAMPDORIA 1-2
Primo tempo 1-0)
MARCATORI: 35′ pt D’Ambrosio (I); 5′ Schick (S), 40′ st (rig.) Quagliarella
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi; Gagliardini (1′st Kondogbia), Brozovic; Candreva, Banega (21′st Eder), Perisic (33′st Joao Mario); Icardi. A disp. Carrizo, Andreolli, Palacio, Biabiany, Sainsbury, Santon, Murillo, Nagatomo, Gabriel Barbosa. All. Pioli
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Sala (16′pt Bereszynski), Silvestre, Skriniar, Dodo’ (25′st Regini); Linetty, Torreira, Barreto; Bruno Fernandes (16′st Alvarez); Quagliarella, Schick. A disp. Puggioni, Falcone, Simic, Palombo, Praet, Pavlovic, Cigarini, Djuricic, Budimir. All. Giampaolo
ARBITRO: Celi di Bari
NOTE: serata serena, terreno in discrete condizioni, spettatori 45mila circa. Ammoniti: Brozovic, Miranda. Angoli: 16-2 per l’Inter. Recupero: 2′; 3′