Sette vittorie su sette per una spaventosa Roma. A San Siro, in soli 45 minuti, la squadra di Garcia distrugge l’Inter di Mazzarri con una doppietta di Totti e una rete di Florenzi. I giallorossi si confermano al vertice della classifica con una difesa strepitosa che finora ha incassato un solo gol. Il primo vero test stagionale per la Roma assume i contorni quasi di una scampagnata domenicale: dopo soli sette minuti Totti apre le danze ringraziando lo sciagurato rinvio di Ranocchia e trafigge con una sassata delle sue un Handanovic rimasto immobile.

L’Inter sbanda sulle accelerazioni di un Gervinho fulmineo e letteralmente scatenato. Guarin centra un palo da distanza siderale che sembra scuotere i nerazzurri ma al 39’ Gervinho fa il bello e il cattivo tempo e viene steso ingenuamente da Alvaro Pereira: Tagliavento decreta rigore anche se il fallo avviene leggermente fuori area, Totti dal dischetto non sbaglia e buca ancora Handanovic. Nel finale di tempo i giallorossi chiudono la pratica con un formidabile contropiede: Totti si inventa un’apertura per Strootman che lanciare Florenzi a rete per il destro preciso che fissa il 3-0.

Nella ripresa l’Inter si getta generosamente in avanti ma non riesce ad accorciare le distanze nonostante la superiorità numerica (espulsione di Balzaretti per doppio giallo). Tagliavento annulla giustamente un gol a Ranocchia per fallo su De Sanctis ma è Handanovic a salvare due volte la porta evitando un clamoroso naufragio nerazzurro. La Roma trionfa e con questa difesa (fino a prova contraria lì si vincono i campionati) può tranquillamente pensare allo Scudetto.