Roma grande per davvero, Inter ridimensionata nelle sue ambizioni. Abissale il divario visto fra le due nel big match dell’Olimpico e ai nerazzurri solo il Napoli pare raggiungibile per qualificarsi alla prossima Champions.

Inter-Roma, Nainggolan sblocca le ostilità

Bado ai convenevoli, le due antagoniste giocano subito a viso aperto. Salah impegna per primo Handanovic con un rasoterra, preludio al gol: Nainggolan salta Gagliardini e dal limite buca il numero uno nerazzurro. I giallorossi paiono in controllo della gara e, dopo la provvidenziale scivolata di Manolas su Joao Mario, Handanovic deve compiere una bella risposta per negare il raddoppio a Dzeko. In prossimità dell’intervallo è invece Szczesny ad allungarsi, sul destro dal limite di Brozovic.

Icardi riapre, ma Perotti spegne ogni speranza

Pioli deve dire qualcosa ai suoi nell’intervallo perché, rientrata in campo, l’Inter spinge sull’acceleratore sin dalle prime battute. Candreva chiama in causa Szczesny sul primo palo, passano pochi minuti e Bruno Peres si frappone sulla conclusione ravvicinata di Perisic. Il pareggio non arriva e a castigare i nerazzurri ci pensa ancora Nainggolan, che toglie palla a Gagliardini nella propria metà campo, percorre 70 metri, e scarica un violento destro da fuori, imparabile per Handanovic. D’ora in avanti i capitolini pensano a distruggere il gioco avversario, colpendo in contropiede. Proteste interiste al 28’ per un contatto in area tra Eder e Strootman, il rigore potrebbe starci. Sul fronte opposto Dzeko e Manolas incornano alto. Icardi riapre la gara al 36’, con un tap-in sotto porta su assist di Perisic. La “Beneamata” crede nella rimonta e lascia ampi spazi. Proprio su una ripartenza giallorossa Medel commette fallo in area su Dzeko in area e Tagliavento indica il dischetto. Perotti trasforma e pone fine alla battaglia.

INTER-ROMA 1-3
(primo tempo 0-1)
MARCATORI: 12′ p.t. e 11′ s.t. Nainggolan, 36′ s.t. Icardi, 40′ s.t. Perotti su rig..
INTER (3-4-2-1): Handanovic; Murillo, Medel, D’Ambrosio; Candreva (dal 30′ s.t. Gabigol), Gagliardini, Kondogbia, Perisic; Brozovic (dal 9′ s.t. Eder), Joao Mario (dal 35′ s.t. Banega); Icardi. A disse Carrizo, Andreolli, Palacio, Biabiany, Ansaldi, Sainsbury, Santon, Nagatomo). All. Pioli.
ROMA (3-4-2-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas; Bruno Peres (dal 44′ s.t. Vermaelen), De Rossi (dal 9′ s.t. Paredes), Strootman, Juan Jesus; Salah (dal 26′ s.t. Perotti), Nainggolan; Dzeko. A disse Lobont, Alisson, Grenier, Totti, Mario Rui, Gerson, Emerson, El Shaarawy). All. Spalletti.
ARBITRO: Tagliavento di Terni.
NOTE: ammoniti Perisic (I), Fazio (R) e Murillo (I) per comportamento non regolamentare, De Rossi (R) per gioco scorretto.