Al termine della partita vinta contro la Lazio (leggi qui la cronaca del match), tutto il pubblico nerazzurro ha voluto tributare il giusto omaggio al suo Capitano: Javier Zanetti si ritira dal calcio e lascia l’Inter dopo 19 stagioni costellate di vittorie e trofei vinti. Lunga passerella finale per il numero 4 nerazzurro che, chiamato in mezzo al campo, si è presentato con la moglie ed i suoi figli. Zanetti ha ringraziato i tifosi, i suoi compagni e tutta la dirigenza nerazzurra con parole speciali per Moratti (il Presidente che lo ha voluto all’Inter) e per Thohir (leggi qui le sue parole), Presidente che gli ha garantito il proseguimento della sua carriera nella dirigenza del club.

Zanetti (foto by Infophoto) diventerà manager sportivo e porterà la sua classe e la sua bravura all’interno della società nerazzurra, dove contribuirà in maniera importante al progetto di rinascita che il club è pronto ad attuare per i prossimi anni. Dopo il discorso davanti a tutti i suoi tifosi, il Capitano nerazzurro ha compiuto un giro d’onore intorno al campo insieme alla moglie ed ai suoi figli. Il pubblico gli ha regalato numerosi striscioni di saluto, applaudendolo per diversi minuti. Zanetti (leggi qui i dettagli del suo ritiro) ha voluto che i probabili partenti Milito, Samuel, Castellazzi e Cambiasso ricevessero il giusto riconoscimento dal pubblico, facendoli avvicinare a lui e ringraziandoli pubblicamente per i numerosi anni di Inter vissuti insieme.

L’Inter saluta la sua bandiera più importante, il suo condottiero più amato, l’uomo in grado di unire nel giudizio positivo verso di lui i tifosi di tutta Italia. Zanetti è e sarà per sempre la storia dell’Inter. Adesso inizia una nuova avventura dietro ad una scrivania, con la stessa voglia e la stessa volontà con cui ha solcato i campi di tutto il Mondo. Il Capitano saluta il suo pubblico, ora l’Inter ha bisogno di lui in un altro ruolo molto diverso dal precedente ma non per questo meno importante.