In attesa che a Riscone di Brunico, luogo del ritiro di pre-season dell’Inter possa aggregarsi al più presto anche Ivan Perisic, attaccante croato per il quale la trattativa col Wolfsburg sembra ormai giunta in dirittura d’arrivo sulla base di 17 milioni più bonus, c’è stata la presentazione ufficiale di Martin Montoya, pervenuto all’Inter con la formula del prestito biennale (1 milione di euro per il primo anno più 1 milione per il secondo) dopodiché diritto di riscatto che diventa obbligo, fissato a 8 milioni, se raggiunge un numero predeterminato di presenze.

Queste le entusiastiche parole di Montoya in conferenza stampa: “Sono venuto qui per vincere lo scudetto e rimanere tanti anni: credo che faremo un bel calcio. Mi sono sempre piaciuti Dani Alves e Maicon, mi ispiro a entrambi e se devo scegliere un modello di giocatore mi paragono a loro due. Al Barcellona eravamo tanti e purtroppo ho giocato poco. Sono qui per giocare di più ma saranno gli allenamenti a dire quanto potrò giocare“. Poi, concludendo: “Sono molto contento di essere arrivato in una squadra come l’Inter, mi ha emozionato il progetto nerazzurro. Ho tanta voglia di tornare a essere un giocatore, ultimamente ho giocato davvero poco. Ho tanta voglia di giocare“.

Intanto si unisce al ritiro di Brunico anche Zukanovic, terzino sinistro che arriva dal Chievo a lungo inseguito dall’Inter dopo qualche intoppo nella trattativa e l’inserimento della Sampdoria che però è stata controsorpassata dall’Inter che, forte dello scambio con Schelotto, è arrivata a offrire 2,5 milione di euro ai gialloblu chiudendo l’affare. Ora l’ operazione “rivoluzione in difesa” può dirsi definitivamente conclusa per l’Inter. Si attendono ora solo le debite cessioni.