Osvaldo fuori per 1 mese: questo il verdetto dopo l’infortunio capitato all’attaccante dell’Inter durante l’allenamento di rifinitura della nazionale italiana in vista dell’impegno contro l’Azerbaigian. Il centravanti nerazzurro (foto by Infophoto) ha subito uno stiramento di secondo grado all’adduttore sinistro e già nelle prossime ore sarà di ritorno alla Pinetina per cominciare le relative terapie di recupero.

Per Mazzarri una brutta tegola che si aggiunge ad una situazione già difficile per gli scarsi risultati di inizio stagione della sua squadra: ora il tecnico toscano dovrà valutare le possibili ipotesi per sopperire alla mancanza di Osvaldo, dovendo comunque sin da subito cercare i 3 punti che da troppo tempo mancano ai nerazzurri.

Attualmente in rosa sono solo 2 le punte disponibili: Icardi, ora più che mai imprescindibile, e Palacio. “El Trenza” è ancora sulla via del recupero dopo il problema alla caviglia che lo ha condizionato nella prima parte della stagione, Mazzarri insieme allo staff medico ora punta ad intensificare gli allenamenti del numero 8 nerazzurro per fargli trovare la migliore condizione fisica già per la prossima sfida con il Napoli.

Le alternative in attacco si chiamano Bonazzoli e Puscas: i due giovani ragazzi delle primavera si aggregheranno alla 1° squadra con l’intento di capire se siano pronti a debuttare nella nostra Serie A. Thohir punta molto sui giovani nel nuovo progetto Inter e l’idea che due talenti del vivaio nerazzurro possano mettersi in luce non gli dispiace affatto. Resta da capire se effettivamente i ragazzi riusciranno a trovare spazio nelle gerarchie di Mazzarri ma gli impegni sono molti e le alternative poche.

Ultimo, ma non in ordine di importanza, Fredy Guarin: la mancata cessione di gennaio lo ha visto rimanere in nerazzurro pronto a rilanciarsi con l’Inter. Ausilio e Mazzarri hanno parlato di nuovo progetto tecnico per il centrocampista colombiano e di un suo possibile utilizzo come seconda punta. L’inizio di stagione lo ha visto rendere poco in quella posizione di campo ma adesso Guarin è chiamato a riscattare la sua storia in nerazzurro e diventare l’alternativa in più in uno dei momenti più difficile della gestione Mazzarri.

LEGGI ANCHE

INTER THOHIR: IL PRESIDENTE CONVOCA RIUNIONE A LONDRA PER SUPERARE LA CRISI

INTER CONVOCAZIONI NAZIONALI: MAZZARRI DOVRA’ FARE A MENO DI 11 GIOCATORI