Solo un punto per ambo le squadre in quel di Milano. Il match tra Inter e Napoli termina senza reti, ma di rammarico ce n’è ben poco. Buona prestazione per entrambe le compagini nonostante l’assenza di vittoria. Primo tempo alquanto piacevole, seconda frazione più scialba e scevra di occasioni. I partenopei tornano a casa mantenendo il terzo posto in classifica.

Mazzarri non cambia nulla rispetto alle anticipazioni.

Un’unica variazione invece per Rafa Benitez, che preferisce un comparto offensivo formato da Callejon, Mertens e Insigne in supporto a Gonzalo Higuain prima punta. Panchina, dunque, per Marek Hamsik . Bocciatura o meno? Staremo a vedere.

Parte bene il Napoli con un tentativo di pallonetto di Callejon. L’approccio è aggressivo e gli azzurri sono carichi. Una timida risposta da parte dei nerazzurri arriva con un tiro di Hernanes facilmente recuperabile da Reina. Nella prima frazione di gioco il Napoli ha un buon pressing, marca stretto l’avversario e si chiude con ordine. Ripartenze veloci sulle quali l’Inter riesce, però, ad organizzare bene il proprio assetto difensivo. Bisogna attendere il 10’ perché arrivi agli ospiti il primo brivido, prima su contropiede dei padroni di casa a favorire Hernanes, poi su idea di Kovacic che Reina devia in angolo. Occasione clamorosamente sfumata per Callejon, che tutto solo davanti ad Handanovic si divora un gol certo. Il destro ad incrociare di Palacio esce di poco dalla porta avversaria, ma è un’altra bella azione nuovamente sprecata ad essere tinta d’azzurro. La partita è viva, molto divertente e con possibilità reciproche. Reina cerca di mettere i guantoni su vari spunti di Icardi e Palacio: l’Inter comincia a crescere. Qualche dubbio viene dai centrocampisti partenopei, poco reattivi e imprecisi. Le azioni si sviluppano da una parte e dall’altra, ma negli ultimi venti minuti è l’Inter  a tenere maggiormente il campo. Le due squadre tornano negli spogliatoi a porte inviolate.

Si riparte dallo 0-0 del primo tempo. Occasioni ghiottissime per gli uomini di Benitez con Higuain e Mertens, quest’ultimo a sfiorare il palo. Subito pronta la replica della squadra di Mazzarri con Palacio. Qualche problema per Albiol dopo uno scontro con Reina, problemi anche per Icardi e D’Ambrosio. Il difensore nerazzurro viene sostituito dal sempiterno Zanetti: standing ovation per lui. Pochi palloni giocabili per Gonzalo Higuain, ma c’è da dire che il Pipita si muove poco. Benitez percepisce staticità e tenta la carta ‘Hamsik’ al posto di Mertens. Hernanes è stremato ed esce lasciando il posto a Guarin, fuori anche Icardi per Kuzmanovic. Si salva l’Inter all’82’, con Inler che becca un palo. Ma le ultime immagini sono sul dolorante Higuain che, a seguito di un intervento di Andreolli, cade a terra e si fa male. Sembra sia una forte contusione per il Pipita, ma sugli spalti destinati ai partenopei cala il silenzio.

(foto by Infophoto)