Massimo Moratti è stato il Presidente dell’Inter che ha riportato i nerazzurri sul tetto del mondo. Dopo la dolosa cessione della società nella mani di Thohir, l’ex- Presidente nerazzurro continua comunque a seguire i suoi colori con amore e affetto oltre che ad essere sempre disponibile in caso di necessità. Intervistato da Tele Lombardia, Moratti ha commentato l’attuale situazione della società nerazzurra ed inoltre ha parlato di alcuni giocatori presenti nel suo periodo di presidenza.

Molti tifosi continuano a sperare in un ritorno di Josè Mourinho: “Ci vuole buon senso: penso spesso anche io che potremmo riprenderci Josè ma in questo momento bisogna prima rinforzare la squadra. La sua storia con l’Inter si interruppe al momento giusto con la vittoria di Madrid. Sono sicuro che lui tornerebbe qui da noi ma adesso non è il momento giusto”. Importante quindi confermare Mazzarri per la prossima stagione: “E’ un ottimo tecnico, magari Mourinho arriverà dopo che Mazzarri avrà vinto con noi”.

Capitolo Zanetti, il giocatore potrebbe smettere di giocare al termine di questa stagione: “Con me era sicuro di poter diventare il Presidente dell’Inter, è stimato ed ha l’immagine giusta per ricoprire quel ruolo. Con l’arrivo di Thohir, persona molto intelligente, Zanetti ricoprirà un ruolo operativo all’interno della società. Lui è la storia dell’Inter e sarà un ottimo dirigente“. Chiusura con un pensiero su Alvaro Recoba, forse il giocatore più amato da Moratti (foto by Infophoto) nel periodo della sua presidenza: “Le sere prima delle partite me lo immaginavo fare gol saltando tutti gli avversari, per me lui è un campione. Era un po’ pigro ma era capace di sorprendere tutti in qualsiasi momento. Era un gioiellino pieno di classe e talento”.

Dopo le parole di Moratti nei cuori di tutti i tifosi della Benamata sarà tornato un pizzico di speranza: impossibile un ritorno di Mourinho in questo momento, ma in futuro mai dire mai. Moratti continua a seguire la squadra nonostante non sia più il Presidente, ricoprendo un ruolo fondamentale in questo periodo storico molto delicato per il club milanese.

LEGGI ANCHE

INTER STATISTICHE: MAZZARRI MEGLIO DI STRAMACCIONI

INTER FASSONE: “MAZZARRI RIMARRA’, L’INTER ORA E’ LA MIA VITA”

INTER MAZZARRI: “ULTIME PARTITE DIFFICILI, NULLA E’ DECISO”