Manca poco più di una settimana a Inter-Milan, ma la febbre derby già sale. Ieri ha parlato Luciano Spalletti. “Si tratta di una gara pazzesca, ma se l’atmosfera è uguale a quella di Roma, lo potrò dire solo dopo”.

“Mi accorgo che in città non si sta parlando d’altro. La gente ti ferma e ti chiede di vincere…è una partita nella partita”.

Un Milan reduce da due sconfitte consecutive, ma di cui l’ex tecnico giallorosso non si fida. “E’ una ottima squadra. Con Montella il rapporto è speciale. Abbiamo giocato insieme nell’Empoli e poi ho avuto la fortuna di allenarlo, poco più tardi, sempre nella stessa squadra. Lo feci giocare nella partita più importante del campionato e ci salvammo”.

“I punti dell’Inter sono tanti, ma potevano essere di più. Ai calciatori bisogna far ben presente gli obiettivi e la strada da seguire. Noi stiamo andando per il verso giusto. A centrocampo ruoto cinque giocatori perché voglio sempre aver li freschi. Icardi sta facendo bene, non mi spiego perché Sampaoli lo tenga fuori”.

Infine, stoccata alla Juventus. “Viviamo in un mondo tecnologico, è giusto che anche il calcio si adegui. Forse chi non vuole questo strumento è perché restando indietro sa di ottenere qualche vantaggio”.