Il giorno è finalmente arrivato: dopo una lunga estenuante trattativa, il nuovo acquisto nerazzurro Gary Medel si è presentato ufficialmente oggi al centro sportivo “Angelo Moratti” di Appiano Gentile. Sorridente, emozionato, il “pitbull” ha voluto spiegare le motivazione che lo hanno portato a scegliere di vestire la maglia nerazzurra.

L’Inter è un grandissimo club, ho parlato con Pinilla che mi ha ribadito questo concetto. Ho ricevuto molte offerte ma ho scelto l’Inter”. In Italia ha fatto notizia una vecchia foto in cui indossavi un cappellino della Juve: “A me i cappelli piacciono molto. Non mi sono neanche reso conto che fosse della Juve ed in più stiamo parlando di una foto di 3/4 anni fa”. Il tuo nuovo allenatore sarà Walter Mazzarri: “Ho parlato con lui per capire come ci schiereremo in campo ma sono cose private che non posso dirvi”. Il tuo idolo che ha vestito la maglia dell’Inter (foto by Infophoto): “Zanetti. Un Punto di riferimento sia in Europa che in Sudamerica, ma conta soprattutto la squadra”.

Un pensiero sui tuoi nuovi tifosi: “Mi hanno accolto benissimo e per questo li ringrazio molto. Spero di conquistarli grazie al mio temperamento e speriamo tutti insieme di raggiungere grandi risultati. Per me i tifosi sono il 12° uomo in campo“. Quando hai saputo che l’Inter era sulle tue tracce? “Subito dopo il Mondiale. Durante la competizione in Brasile non volevo farmi distrarre dal calciomercato”. Sei è il giocatore scelto per sostituire Cambiasso: “Io non devo sostituire nessuno. In squadra abbiamo altri giocatori come ad esempio M’Vila che ho visto in allenamento e mi sembra un grande. La competizione tra di noi deve esserci per il bene della squadra“.

Il Mondiale ti ha visto come uno dei protagonisti in positivo: “Abbiamo fatto bene in Brasile. A me piace giocare centrocampista centrale ma gioco dove mi dice l’allenatore senza problemi. Sono 8 anni che gioco nel Cile ed ho sempre giocato in questa maniera. Spero di fare bene qui per poter rappresentare la mia Nazione anche in Coppa America”.

Chiusura sul paragone con Gattuso che fa capire molto bene il temperamento del centrocampista cileno: “Ho saputo del paragone ma io sono Gary Medel e voglio fare bene all’Inter“. Il “Pitbull” è carico ed è pronto a scendere in campo già per la prima trasferta di campionato che vedrà l’Inter impegnata in casa del Torino.

LEGGI ANCHE

CALCIOMERCATO INTER: BOTTA E SCHELOTTO AL CHIEVO, SI CHIUDE OGGI

INTER ZANETTI: OGGI PREMIATO CON L’OSCAR DELLO SPORT 2014

CALCIOMERCATO INTER: E’ TEMPO DI CESSIONI, ECCO I GIOCATORI IN PARTENZA