E’ un Walter Mazzarri tranquillo e deciso quello che si è presentato davanti ai microfoni per la conferenza stampa di fine stagione: “Io parlo con i fatti, abbiamo raggiunto l’obiettivo Europa e l’annata è da considerarsi positiva“. L’allenatore nerazzurro traccia un bilancio più che sufficiente sul campionato appena terminato e si proietta con forza verso la prossima stagione: “Sicurissimo di rimanere qui, la telefonata di Thohir e la presenza di Moratti (leggi qui le sue parole) in occasione di Inter-Lazio mi hanno reso molto felice”.

L’Inter però non ha raggiunto i risultati che i tifosi si auspicavano e la piazza sembra insofferente verso l’allenatore: “Abbiamo buttato via punti per poca cattiveria e poco cinismo. Il pubblico credo non abbia capito la mia gestione nelle ultime partite di Zanetti (leggi qui il saluto del Capitano) e degli altri giocatori in partenza ma penso che ora sia chiaro quale fosse il mio intento”. La prossima stagione dovrà necessariamente essere più brillante: “Lavoreremo per proporre anche un modulo con la difesa a 4 ed un centrocampista davanti alla difesa”. Il mercato è alle porte e di nomi in arrivo se ne fanno tanti (leggi qui alcuni possibili obiettivi di mercato): ” Cerco un giocatore alla Luiz Gustavo ma credo che il brasiliano sia irraggiungibile. Cercheremo di essere duttili”. Obiettivi: “La società deciderà quali saranno gli obiettivi da raggiungere. Il prossimo sarà il primo vero anno. Io cercherò comunque di portare la squadra oltre le aspettative”.

Tornando alla stagione appena terminata, la prematura eliminazione in Coppa Italia ha generato parecchi malumori tra i tifosi: “Era un momento in cui dovevamo valutare la rosa ed i possibili innesti da effettuare. In un anno di transizione le scelte sono state fatte con logica per raccogliere dati utili”. La società in questa stagione ha vissuto il cambio di proprietà: “E’ stata una situazione storica molto particolare, un’annata stancante ma credo di averla gestita bene. La società ha riconosciuto il mio lavoro”. Mazzarri (foto by Infophoto) pensa di aver contribuito in maniera importante: “Delle prime 9 in classifica solo noi e la Roma abbiamo migliorato la posizione finale rispetto alla passata stagione. Siamo tornati in Europa nonostante un mercato estivo in tono minore”.

Il prossimo anno l’Inter tornerà in Europa con periodi che vedranno parecchie partite ravvicinate: “Per vincere su tutti i fronti servono investimenti. Prima vediamo la rosa a disposizione e poi fisseremo gli obiettivi”. Possibile rientro alla base di alcuni giovani ceduti in prestito lo scorso anno: “Faremo le nostre valutazioni basandoci anche sulle norme sui tesseramenti”. Il rischio è di veder partire qualche big della rosa: “Non è detto, valuteremo in base ai nostri parametri ed alle nostre esigenze”. Chiusura di Walter Mazzarri sulla sua capacità di adattarsi all’ambiente nerazzurro: “Dopo un anno credo di aver capito meglio l’ambiente Inter. Se perdo mi spiace sia per me che per i tifosi”. Mazzarri non vuole abbandonare la nave ed è pronto per una nuova stagione. I tifosi nerazzurri sperano che dalle parole si passi ai fatti, con la squadra pronta finalmente a disputare un campionato da protagonista.