E’ un Walter Mazzarri pensieroso quello che si è presentato davanti ai microfoni per incontrare i giornalisti presenti alla conferenza stampa della vigilia di Inter-Qarabag, gara valida per la 2.a giornata della fase a gironi dell’Europa League. Il tecnico toscano ha analizzato le cause che hanno portato i nerazzurri alla brutta sconfitta interna contro il Cagliari, oltre che analizzare la partita di domani che potrebbe spianare la strada verso la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta.

Dobbiamo essere equilibrati nei giudizi. Dopo la vittoria contro l’Atalanta non eravamo dei fenomeni, adesso non può essere tutto da buttare”. Walter Mazzarri prova a gettare acqua sul fuoco dopo le polemiche degli ultimi giorni: “Siamo tutti molto dispiaciuti per quello che è successo domenica, contro il Qarabag vogliamo fare una partita diversa e proveremo ad aggredire subito l’avversario mettendo in campo tanta concentrazione e tanta corsa“.

Il tecnico toscano (foto by Infophoto) aggiunge: “Contro il Cagliari anche io ho fatto errori, ad esempio sulla valutazione di alcuni giocatori. Credevo che stessero meglio dal punto di vista fisico ed invece abbiamo visto tutti come è andata. Credo che questa sconfitta sia solo un incidente di percorso, quella in campo non era la vera Inter. Ci servirà comunque da lezione. Siamo una squadra che deve crescere ancora molto, dobbiamo crescere in personalità. Voglio ringraziare comunque i tifosi che nonostante l’1-4 ci hanno incitato fino alla fine del match”.

Ci sono diversi giocatori con alcuni problemi fisici: “Kovacic spero di averlo in gruppo venerdì in prospettiva della gara contro la Fiorentina. Gli esterni disponibili attualmente sono solo Nagatomo e D’Ambrosio ma spero di recuperare qualcuno per domenica. Giochiamo ogni 3 giorni e volta per volta valuterò i giocatori che stanno meglio per decidere chi schierare dall’inizio”.

Chiusura sugli avversari di domani: “Sono poco conosciuti ma hanno giocatori di talento che possono metterci in difficoltà. E’ una partita che presenta delle insidie e dovremo essere concentrati. Vogliamo dimostrare di essere a livelli completamente diversi rispetto a quelli visti contro il Cagliari”.

LEGGI ANCHE

COMPLEANNO MAZZARRI: STORIA DI UN AMORE MAI NATO CON IL POPOLO NERAZZURRO

CALENDARIO INTER: QARABAG E FIORENTINA PER DIMENTICARE IL CAGLIARI

INTER-CAGLIARI 5.A GIORNATA: NERAZZURRI TRAVOLTI E UMILIATI, SPETTACOLO ZEMAN A MILANO