Per trattative rimaste di fatto in stand-by, nello specifico quella di Jovetic e quella per Salah, affari autoescludentesi per una semplice questione di slot extracomunitari in rosa (ne rimmarrà soltanto uno, a mo’ di highlander), ce ne sono altre, riguardanti l’attaccante croato del Wolfsburg Ivan Perisic, sulle quali l’Inter va invece dritta alla meta, senza indugi e ulteriori intoppi.

Nonostante il grande colpo di mercato che il club nerazzurro avrebbe già potuto annunciare con l’acquisto del fuoriclasse del Manchester City, poiché Jovetic sarebbe entusiasta di giocare nell’Inter e tornare in Italia, l’accordo col giocatore è già stato trovato e quello con i Citizens sarebbe solo questione di dettagli, Roberto Mancini preferisce tenere ancora saldamente aperta la porta su Salah, attendendo la manfrina tra Fiorentina e Chelsea con la speranza che non si debba ricorrere alla Fifa per stabilire la proprietà del suo cartellino, allungando a dismisura i tempi tecnici e d’attesa e rischiando di innervosire e demotivare il montenegrino che ha già fatto capire di non voler attendere la decisione dell’Inter fino alle proverbiali calende greche.

Però, come accennato, l’affare Perisic è in dirittura d’arrivo, confortato anche dal fatto che Shaqiri ha finalmente accettato di lasciare l’Inter trasferendosi a Gelsenkirchen, e dunque di nuovo in Bundesliga, laddove lo Schalke 04 è disposto a pagare i 16,5 milioni di euro al Bayern Monaco che l’Inter girerebbe come prezzo per l’obbligo di riscatto del giocatore preso in prestito nel gennaio 2015 a 500 mila euro. Le parti, Inter e Wolfsburg si vedranno a breve per limare i dettagli che entro la prossima settimana dovrebbero portare alle firme di Perisic con una cifra che dovrebbe assestarsi sui 18 milioni di euro più bonus. Affare che, stando al quotidiano croato Vecernji (inserto Max), avrebbe già i crismi dell’ufficialità.