L’uomo del momento in casa Inter: Jonathan Cìcero Moreira, conosciuto semplicemente come Jonathan, ha parlato del suo momento felice con la maglia nerazzurra rispondendo alle domande su twitter, tramite l’ashtag  #AskJonathan, dei suoi tifosi curiosi di conoscere segreti e sogni dell’esterno destro brasiliano.

Con l’arrivo di Mazzarri il giocatore brasiliano sembra aver trovato la giusta continuità: “Per un giocatore è molto importante lavorare duramente e con costanza. La fiducia che ho ritrovato è alla base del mio buon momento“. La stagione del brasiliano è molto positiva, ma in passato ha vissuto momenti molto difficili: “Ho pensato di andare via, poi ho parlato con Mazzarri e , nonostante alcuni contatti con altri club, ho deciso di rimanere qui per giocarmi le mie chances“. La forza di volontà, fattore chiave per tornare alla ribalta anche grazie all’aiuto di persone per il numero 2 nerazzurro molto speciali: “Mia mamma e mia moglie mi sono state sempre vicine nei momenti più difficili. Devo ringraziare però anche Mazzarri per la fiducia che ha riposto in me“.

Adesso che è diventato un titolare inamovibile nell’Inter, Jonathan (foto by Infophoto) vuole togliersi nuove soddisfazioni: ” Spero un giorno di riuscire a vincere lo Scudetto e magari anche la Champions sempre con la maglia nerazzurra”. Il sogno più immediato però è il mondiale in Brasile: “Se dovessi essere chiamato da Prandelli accetterei subito. Vorrei giocare con Pirlo che secondo me è un giocatore fantastico. Non dimentico il Paese dove sono nato e ovviamente accetterei ben volentieri anche una chiamata da Scolari. Coglierò la prima occasione che mi capiterà“.

Chiusura con un’analisi della stagione attuale e delle partite che lo hanno più emozionato: ” Contro la Juve in casa abbiamo disputato un’ottima partita, anche contro Il Catania fuori casa ed a Firenze abbiamo mostrato tutto il nostro potenziale“. Il potenziale: quella parola che segna il confine massimo che una squadra può raggiungere, cosa che purtroppo in questa stagione nell’Inter si è visto solo a tratti. Jonathan però conosce bene il limite massimo che si può raggiungere nonostante numerose difficoltà che si presentano durante il percorso di qualsiasi giocatore e L’Inter dovrà prendere spunto proprio da lui per raggiungere importanti obiettivi nei prossimi anni.

LEGGI ANCHE

INTER: ETO’O CHIAMA MILANO

INTER GUARIN: PER IL RINNOVO E’ QUESTIONE DI ORE

INTER SERIE A: DIFESA SOLIDA, NERAZZURRI VINCENTI