Doveva essere il giocatore nerazzurro destinato alla cessione dell’ultima sessione di mercato, doveva essere il giocatore “sacrificato” nel nome del Fair Play Finanziario e della riduzione del monte ingaggi della Beneamata. Doveva essere tutto ciò Fredy Guarin (foto by Infophoto) ma alla fine il centrocampista colombiano è rimasto alla corte di Walter Mazzarri, bloccando di fatto il mercato nerazzurro in entrata e obbligando i dirigenti dell’Inter a rivalutare la sua posizione in rosa.

Da giocatore separato in casa a possibile soluzione per la prossima partita di campionato dell’Inter: già perchè Mazzarri sembra stia seriamente valutando l’ipotesi di schierarlo seconda punta alle spalle di Icardi in occasione di Inter-Sassuolo. Il tecnico toscano deve fare i conti con i problemi fisici di Osvaldo ed il recupero di Palacio e, viste le numerose partite ravvicinate che attendono i nerazzurri in questo periodo, potrebbe schierare Guarin titolare proprio alla 2° giornata di campionato.

Mazzarri è atteso da un compito difficile: recuperare il giocatore dal punto di vista mentale e riuscire ad inserirlo negli schemi di gioco della squadra. Guarin, dal canto suo, è pronto per questa nuova sfida e non vede l’ora di dimostrare tutto il suo valore. I tifosi attendono curiosi quale sarà il risultato di questo lavoro ma non è possibile negare come l’Inter abbia bisogno di Guarin almeno fino a gennaio.

Gennaio, il mese in cui si deciderà il futuro del colombiano: una prima parte di stagione giocata bene potrebbe clamorosamente portare alla permanenza del centrocampista in maglia nerazzurra ma, in caso contrario, una sua immediata cessione sarebbe certa.

STIPENDI INTER 2014: GUARIN TRA I PIU’ PAGATI, ICARDI MENO DI KUZMANOVIC

CALCIOMERCATO INTER: BORINI PRIMO OBIETTIVO PER GENNAIO

INTER EUROPA LEAGUE: PRESENTATA LA LISTA DEI 29 ALLA UEFA