Accolto trionfalmente all’Auditorium Pirelli Gabriel Barbosa Almeida, in arte Gabigol, nuovo attaccante dell’Inter.

NON PARAGONATEMI A RONALDO”

Salutato da Marco Tronchetti Provera e Piero Ausilio, Gabriel preferisce tenere il profilo basso: “Io sulle orme di Ronaldo? Sono felicissimo di essere qui, ma non mi piacciono certi paragoni. Lui era il Fenomeno, io cercherò di dare il massimo. Dovevo arrivare solo a gennaio? L’Inter è sempre stata la mia priorità malgrado su di me ci fossero diversi grandi club. Ho 20 anni, di certo questo è un grande cambiamento nella mia vita, avrò al mio fianco la famiglia. Vengo da un’estate senza sosta, ma sono a disposizione da subito e proprio per non trascurare nulla a livello di preparazione fisica avrò a disposizione un fisioterapista. Sono abbastanza in forma, l’Inter mi ha concesso una settimana di riposo dopo la Seleçao”.

“SONO NELLA PIÙ GRANDE SQUADRA ITALIANA”

L’augurio è che possa avere la stessa fortuna di alcuni suoi connazionali: “Maicon, Lucio e Julio Cesar avevano una grandissima fame, ma i tempi sono cambiati e ora abbiamo altri leader come Melo e Miranda. Con quest’ultimo e con Coutinho ho parlato molto di Inter in nazionale. Tutte ottime referenze. Il mio ruolo in campo? In attacco posso adattarmi ovunque, non vedo l’ora di esordire, magari già contro il Bologna. Io e Icardi insieme? Qui ci sono tantissimi attaccanti super, non solo lui. Anche se Mauro è un idolo e segna sempre. Con De Boer ho fatto un’ottima chiacchierata, la squadra sta facendo benissimo. Spero di dare il mio contributo. È vero, ho avuto offerte anche dalla Cina, con un ingaggio astronomico, ma volevo l’Inter. Anche per l’affetto che mi arrivava attraverso i social. Mi sento nella squadra più grande in Italia, sono felice di essere qui. Spero che potremo vincere tutto. Società, squadra e giocatori, c’è tutto per fare bene. San Siro pieno nel match contro la Juve mi ha fatto un’impressione incredibile, garantisco il massimo dell’impegno e spero che i tifosi ci stiano sempre più vicini. Prima impressione sulla Serie A? Conoscevo già il vostro campionato, qui si cura molto la tattica. Quale compagno mi sta aiutando in questi primi giorni? Sono stati tutti carini, mi sono sentito subito a casa”.