Dopo Napoli-Juventus l’altra partita di cartello della sesta giornata di Serie A è il posticipo serale tra Inter e Fiorentina, anzi, in questo caso ci si gioca anche di più perché – strano a dirsi – la posta in palio è la vetta della classifica. L’Inter con una vittoria porterebbe a 6 la striscia di successi consecutivi confermando un inizio davvero sorprendente e alimentando quello che a conti fatti (a 18 punti) sarebbe un tentativo di fuga in piena regola. La Fiorentina invece, che ha dimostrato di avere giocatori e mezzi in grado di fermare la volata dei nerazzurri, vincendo si porterebbe a pari merito con i rivali dando luogo a una fase di campionato ancora più competitiva e avvincente.

Mancini riconferma il modulo a tre punte visto sino ad ora con Jovetic e Perisic ad agire sulle zone esterne della trequarti offensiva al fianco di Icardi. In difesa torna a disposizione Juan Jesus, in ballottaggio con Telles che ha fatto molto bene col Verona. In posizione centrale l’assenza di Murillo non ancora recuperato al 100% è compensata da Medel che ha fatto vedere ottime cose nel ruolo difensivo, insieme a Miranda. A centrocampo l’Inter ha trovato il suo baluardo in Felipe Melo davanti alla difesa, mentre Kondogbia e Guarin rimangono i titolari nel ruolo di mezzali.

Paulo Sousa non cambia niente in difesa rispetto al match infrasettimanale vinto contro il Bologna con la coppia centrale Gonzalo Rodriguez-Astori e Tomovic e Marcos Alonso sulle corsie laterali. I dubbi da sciogliere rimangono centrocampo e attacco. Un’ipotesi è quella del 4-2-3-1, e in questo caso Borja Valero e Badelj potrebbero essere schierati sulla mediana, Bernardeschi e Blazcszykowski sull’esterno e Kalinic unica punta con Ilicic o Mati Fernandez ad agire sulla trequarti. L’altra, più accreditata, è il 3-4-2-1 con Tomovic terzo centrale di difesa, Blazsczykowski e Alonso esterni nel centrocampo a quattro, Bernardeschi e Ilicic dietro la punta Kalinic, con Babacar e Rossi in panchina.

Inter (4-3-3): Handanovic; Santon, Medel, Miranda, Telles; Guarin, Felipe Melo, Kondogbia; Perisic, Icardi, Jovetic. All. Mancini.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, G. Rodriguez, Astori; Blaszczykowski, Badelj, Borja Valero, M. Alonso; Ilicic, Bernardeschi; Kalinic. All. Paulo Sousa.