Man mano che il countdown del calciomercato scandisce i giorni e il 31 agosto, data della chiusura delle trattative, si avvicina (-18), vengono al pettine un po’ di nodi che questa sessione estiva di mercato aveva lasciato irrisolti. A volte veri e propri inghippi degni di figurare in una qualsivoglia telenovela. Uno di questi è senz’altro rappresentato dalla trattativa ancora in essere tra l’Inter e il Galatasaray per Felipe Melo. Fin da giugno erano state spese parole di un certo valore dall’Inter che confermavano l’interesse per il centrocampista brasiliano, ma la situazione di stand-by infinito ha indispettito il giocatore che alla fine ha scelto di rinnovare col suo club di appartenenza.

Però da questa trattativa non andata in porto in fin dei conti ci hanno guadagnato tutti: Melo voleva l’Inter, l’Inter non voleva Melo e il Galatasaray non aveva intenzione di cederlo. Ergo, Melo rimane al Galatasaray e nel corso della giornata firmerà il suo nuovo contratto con il club turco.

Il centrocampo dell’Inter è fin troppo intasato per potersi permettere un altro acquisto in quel reparto. Ciò che si cercava, a partire dalle richieste di Roberto Mancini, era un mediano con compiti di regia (ciò che Melo di fatto non è) ma ora l’Inter sta seriamente meditando di far giocare Kovacic e/o in alternativa il giovane Gnoukouri in quel ruolo, che nella pre-season non proprio brillante dei nerazzurri è l’unico che abbia veramente convinto. In alternativa ancora c’è pur sempre Gary Medel che, se non può svolgere compiti specifici di regia, può pur sempre risultare funzionale in  una linea mediana a due, come centrocampista di rottura, in un 4-2-3-1.

Come ribadito da Piero Ausilio a margine del Trofeo Tim, “A centrocampo per ora siamo a posto così“, la priorità dell’Inter in questo particolare momento è l’attacco e, nella fattispecie, Ivan Perisic del Wolfsburg. Il club nerazzurro in queste due settimane abbondanti di mercato sarà totalmente concentrata su questa trattativa, riservandosi come Piano B, Perotti del Genoa o addirittura Dries Mertens del Napoli.