Lunedì di riposo per la squadra di Walter Mazzarri, reduce dal netto successo di ieri pomeriggio a Genova in casa della Sampdoria (leggi qui la cronaca del match). Vittoria importantissima quella di “Marassi” che permette alla squadra nerazzurra di potersi preparare con un po’ più di tranquillità alle difficili partite che la attendono in questo finale di stagione. La classifica in zona Europa è molto corta e le pretendenti numerose: servirà un’Inter concentrata e motivata al massimo per portare a casa i punti necessari per evitare un pessimo finale di campionato.

Infatti già Domenica prossima la Benamata andrà a Parma per sfidare la squadra di Donadoni in un vero e proprio spareggio, con le due squadre che sono distanziate di solo 2 lunghezze. Parma però non è l’unica tappa difficile sulla strada nerazzurra: dopo i ducali, l’Inter affronterà il Napoli in casa e poi  se la vedrà contro i “cugini” in un derby che ci dirà molto sulle possibilità delle due squadre milanesi di raggiungere il fatidico pass europeo.

Proprio il Milan sarà probabilmente la più difficile avversaria nella corsa all’Europa dei nerazzurri, con un finale di stagione che verrà vissuto in maniera trepidante da entrambe le tifoserie. L’Inter (foto by Infophoto) è forte di un +5 in classifica nei confronti dei rossoneri che però avranno sulla carta un calendario molto più agevole nelle ultime giornate. Il derby probabilmente sarà una partita da “dentro o fuori” dove nessuna delle due squadre si potrà permettere passi falsi. La vittoria contro i blucerchiati non deve illudere: l’Inter nella prima frazione di gioco è apparsa in grossa difficoltà nonostante la superiorità numerica e solo la stanchezza degli avversari nel secondo tempo, ha permesso ai nerazzurri di concludere il match in goleada. Mazzarri comunque può godersi un Icardi in ottima condizione (leggi qui l’incontro di ieri del numero 9 nerazzurro con Maxi Lopez) ed un Kovacic più brillante del solito e desideroso di concludere nel migliore dei modi la sua stagione (leggi qui le pagelle dei nerazzurri contro la Samp).

Il campionato si avvicina verso la sua conclusione e non c’è più la possibilità di commettere errori: sarà un derby lungo 5 giornate con i nerazzurri che cercheranno di avere la meglio sui “cuginiper tornare In Europa ma anche per dimostrare quella superiorità cittadina tanto cara ai tifosi della Beneamata.