Chi l’avrebbe detto che oltre al match clou Napoli-Lazio di questo finale di campionato che, nonostante lo strapotere della Juventus coi suoi quasi 20 punti di separazione tra sé e gli inseguitori, riserva ancora sorprese potessero ancora esserci motivi d’interesse come Inter-Empoli? Già perché per i nerazzurri alle 20:45 di questa sera passa l’ultimissimo treno per l’Europa. Si tratta dell’ennesima peripezia grazie alla quale l’Inter potrebbe in extremis acciuffare un’insperata qualificazione in Europa League. Per raggiungere questo esito però occorre che si verifichino tre condizioni: che l’Inter vinca contro l’Empoli, che la Sampdoria perda a Marassi contro il Parma (chissà che un ultimo colpo di coda dei ducali non favorisca qualche avance da parte di qualche imprenditore nel voler rilevare la società), che al Genoa venga definitivamente negata la licenza Uefa. Un terno al lotto, certo, ma se si verificassero tutte e tre le condizioni l’Inter si ritroverebbe a pari punti in classifica con la Samp ma in vantaggio sui blucerchiati per miglior differenza reti.

Lo schieramento dell’Inter per una vittoria senza deroghe, anche perché i nerazzurri ci terrebbero particolarmente a scrollarsi di dosso i cugini del Milan che con la vittoria a Bergamo contro l’Atalanta li hanno raggiunti all’ottavo posto, tenendo anche il Torino a distanza di sicurezza, è di nuovo il 4-3-1-2 con Santon che in difesa prenderà il posto di D’Ambrosio squalificato e con Ranocchia e Juan Jesus in posizione centrale. Il centrocampo sarà un mix di qualità e quantità con Medel nella sua solita posizione di schermo davanti alla difesa, Brozovic e Kovacic interni e Hernanes sulla trequarti. Il tandem d’attacco è sempre costituito da Palacio e Icardi con quest’ultimo che proverà a soffiare lo scettro di capocannoniere a Luca Toni.

Anche Sarri opta per il 4-3-1-2, modulo che ha dato non poche soddisfazioni all’allenatore napoletano ma toscano d’adozione esaltando le qualità da trequartista di Riccardo Saponara (prossimo al riscatto dal Milan). In attacco non ci sarà il bomber Maccarone (10 gol per lui in campionato), squalificato, quindi la coppia offensiva sarà costituita da Pucciarelli e Michelidze. Anche il centrocampo dell’Empoli offre un trittico non disprezzabile con Croce, Valdifiori e Vecino mentre in difesa ci saranno Rugani e Barba al centro e Laurini e Hysaj sull’esterno.

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Medel, Brozovic, Kovacic; Hernanes; Palacio, Icardi. All. Mancini

Empoli (4-3-1-2): Bassi; Laurini, Rugani, Barba, Hysaj; Vecino, Valdifiori, Croce; Saponara; Pucciarelli, Michelidze. All. Sarri