Arrivato all’Inter nella sessione di mercato estiva, Hugo Campagnaro si è subito messo in mostra per temperamento e agonismo in maglia nerazzurra. La sintonia con il tecnico con cui ha già  lavorato a Genova ed a Napoli sono stati fondamentali per il suo ambientamento nel club milanese. In un’intervista rilasciata a Sky Sport, il difensore argentino ha parlato della sua prima stagione in maglia nerazzurra: “Avevo iniziato molto bene a partire dal ritiro di Pinzolo. Ho sempre cercato di dare il massimo e tutto andava per il meglio. Successivamente per una serie di infortuni non sono riuscito a dare alla squadra il mio contributo. Ora però mi sento bene e sono pronto per il finale di campionato”.

Campagnaro (foto by Infophoto) mostra ottimismo per il finale di stagione dei nerazzurri: “Il morale della squadra è alto perchè attraversiamo un buon momento di forma dal punto di vista dei risultati (leggi qui la cronaca dell’ultima partita dei nerazzurri). Le prossime partite saranno fondamentali se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi (leggi qui i prossimi impegni dell’Inter). Il terzo posto matematicamente è raggiungibile ma sappiamo che sarà difficilissimo qualificarsi per la prossima Champions League“. Voglia di fare bene ma anche sano realismo nelle parole dell’argentino che comunque non vuole abbassare la guardia fino al termine della stagione. Parlando dell’allenatore con cui ha condiviso tante esperienze il numero 14 nerazzurro si esprime così: “Ha sempre allenato più o meno allo stesso modo e, visto che è un metodo che ha portato risultati in qualsiasi piazza dove è stato, penso continuerà in questa maniera”.

Dalla prossima stagione in difesa ci sarà più concorrenza per aggiudicarsi una maglia da titolare: “Vidic (leggi qui i dettagli del suo arrivo in nerazzurro) è un ottimo difensore, vedere gli sforzi dei dirigenti per migliorare la tua squadra da’ una carica in più a qualsiasi giocatore”. Chiusura con il capitolo Brasile 2014 e la speranza di poterlo vivere da protagonista: “Devo pensare prima all’Inter e cercare di fare bene qui. Solo così posso sperare di essere convocato per il mondiale. Per me sarebbe un sogno ma è ancora presto per pensarci”. Campagnaro esprime la sua volontà di rappresentare la sua nazione a Giugno in Brasile, senza però dimenticare l’importanza del suo club ed un finale di stagione che può regalare ancora gioie ai tifosi nerazzurri.

A cura di Andrea De Boni