Dopo la vittoria nell’ultima giornata di campionato contro il Torino (leggi qui la cronaca della partita), i nerazzurri sono attesi sabato prossimo dalla difficile trasferta di Verona vero e proprio scontro diretto per la qualificazione in Europa League. Gli uomini di Mazzarri, grazie alla vittoria sui granata, si sono portati a solo 1 punto dalla Fiorentina quarta in classifica; i veronesi invece dopo un girone di andata ad ottimi livelli sembrano aver rallentato la loro corsa, e la sconfitta di Parma ne è la testimonianza.

Per i nerazzurri il match contro il Verona sarà una partita cruciale per raggiungere la qualificazione europea. Il calendario parla chiaro: dopo i gialloblu, la Beneamata giocherà due gare interne di fila contro Atalanta ed Udinese. La successiva trasferta di Livorno anticiperà il turno casalingo contro il Bologna di Ballardini. Partite sulla carta non proibitive per l’Inter che dovrà far valere sul campo la propria forza per allontanare ulteriormente le inseguitrici. Un’eventuale vittoria in quel di Verona metterebbe un grosso margine tra le due squadre e successivamente i nerazzurri affronteranno due formazioni che stazionano in posizioni tranquille di classifica.

Il Presidente Thohir ha parlato in maniera chiara (leggi qui le parole del “tycoon“): l’obiettivo per il finale di stagione è quello di staccare il biglietto per la partecipazione alla prossima Europa League e non si può non dargli ragione: un club come quello nerazzurro non può vedersi escluso dalle competizioni europee per due anni consecutivi, questo oltre che portare un danno di immagine diminuisce sensibilmente le possibilità economiche a livello di mercato.

Contro il Verona partita da non sottovalutare, con la squadra scaligera che sembra particolarmente inspirata quando gioca tra le mure amiche. Necessario che Mazzarri (foto by Infophoto) prepari la partita al meglio cercando di proseguire nel buon periodo di forma che attraversa la sua squadra.

A cura di Andrea De Boni