Questo pomeriggio alle ore 15 L’Inter di Walter Mazzarri scenderà in campo per disputare il match valevole per la 25.a giornata di Serie A contro il Cagliari. L’arbitro della partita sarà il Signor Russo della sezione di Nola. I nerazzurri arrivano da 2 vittorie consecutive (leggi qui le valutazioni del momento Inter) ottenute contro Sassuolo e Fiorentina mentre i sardi sono reduci dalla bruciante sconfitta interna contro il Livorno. Match che presenta parecchie insidie per i padroni di casa sempre in difficoltà contro squadre ben organizzate e capaci di ripartenze veloci ed imprevedibili. Il Cagliari arriva a Milano al termine di una settimana difficile, con l’allenatore Lopez in odore di esonero fino all’ultimo: solo una riunione tra giocatori e dirigenza ha fermato quello che pareva ormai già stato deciso. Ultimo precedente a “S.Siro” il 2-2 della scorsa stagione con un autorete del cagliaritano Astori a sancire il risultato finale.

Mazzarri presenterà l’oramai collaudato 3-5-2 con il terzetto Rolando-Samuel-Juan Jesus a proteggere il portiere sloveno Handanovic. Ranocchia risolti i problemi muscolari sofferti in settimana, si siederà in panchina in attesa della sua opportunità mentre Campagnaro, non al meglio, non risulta nell’elenco dei convocati diramato dall’allenatore livornese. Sulle corsie laterali D’Ambrosio deve rimandare il debutto da titolare visto che al suo posto verrà confermato Jonathan;  Nagatomo invece agirà sulla fascia opposta del brasiliano. In mezzo al campo Kuzmanovic verrà preferito a Cambiasso mentre Guarin verrà confermato al fianco del centrocampista serbo. Hernanes non ha risolto i problemi che lo hanno tenuto lontano dal gruppo durante le ultime sessioni di allenamento e quindi verrà sostituito da Ricky Alvarez (foto by Infophoto), tornato arruolabile proprio in occasione di questo match. Le punte saranno Milito e l’insostituibile Palacio, con Icardi pronto a subentrare a partita in corso (leggi qui l’analisi del momento che vive l’argentino).

Il Cagliari scenderà in campo con un 4-3-1-2: Astori, recuperato in extremis, insieme a Rosettini formerà la coppia centrale difensiva con Perico e Murru sulle fasce. Vecino prenderà il posto dello squalificato Conti, ed insieme a Ekdal e  Dessena formerà la barriera di centrocampo necessaria per fermare le avanzate nerazzurre. Alle spalle del duo d’attacco Nenè-Sau giocherà Cossu, uomo capace di dare fantasia ed imprevedibilità alle giocate della squadra.

Punti importanti vengono messi in palio tra poche ore al “Meazza”: da un lato l’Inter che vuole dare continuità alle ultime buone prestazioni fornite e continuare ad avvicinarsi alle zone alte della classifica, dall’altra un Cagliari bisognoso di punti per allontanare quella zona retrocessione che visti gli ultimi risultati negativi si è fatta più vicina e pericolosa.

Inter (3-5-2): Handanovic, Rolando, Samuel, Juan Jesus, Jonathan, Kuzmanovic, Guarin, Alvarez, Nagatomo, Milito, Palacio. All. Mazzarri

Cagliari (4-3-1-2): Avramov, Perico, Astori, Rossettini, Murru, Dessena, Ekdal, Vecino, Cossu, Sau, Nenè. All. Lopez

A cura di Andrea De Boni