Oltre a essersi dimostrato un giocatore fondamentale per l’Inter di Mancini, negli ultimi mesi Marcelo Brozovic ha trovato il tempo di diventare uno fenomeno di internet; tutta colpa di una sua fotografia, risalente allo scorso Ferragosto, che lo ritraeva con aria tamarra e sorniona al tempo stesso, con pollice e indice aperti a “L” sul mento, in compagnia di due fanciulle pregiate. Da quel momento in avanti, il centrocampista croato è diventato un meme e un hashtag (#epicbrozo) estremamente popolare, e anche l’Inter stessa ha dimostrato di apprezzare, postando dopo il successo sul Frosinone una foto di gruppo con l’intero spogliatoio atteggiato nella suddetta posa di Brozovic.

Ma non tutte le stravaganze del giocatore sono ugualmente gradite dal club. Dubitiamo, per esempio, che Mancini abbia fatto i salti di gioia, leggendo quello che ha riportato ieri mattina il quotidiano croato Vecernji List, secondo cui settimana scorsa Brozovic sarebbe stato fermato nei pressi di Velika Gorica, a sud di Zagabria, dalla polizia stradale mentre era alla guida della sua BMW X6 in stato di ebbrezza, con un tasso alcolemico pari a 0,87%. Ma l’alcol non era l’unico motivo per il quale Brozo avrebbe dovuto evitare di mettersi alla guida, ce n’era un altro forse ancora più rilevante: non era provvisto di patente, visto che gli era stata ritirata un paio di mesi fa.

Al momento non ci sono state reazioni ufficiali da parte del club nerazzurro, ma è chiaro che se la notizia dovesse essere confermata diventerebbe necessaria una qualche azione sanzionatoria nei confronti di un giocatore indiscutibilmente prezioso, ma anche giovane e tendente alle idiozie. Possibile che Brozovic venga esentato dalla trasferta di Empoli di giovedì sera: c’è un campionato da vincere, Mancini ha bisogno di un gruppo concentrato unicamente sul campo.