Specialmente per chi all’epoca c’era già, raccontare di Inter – Bologna significa riportare alla memoria le spettacolari sfide scudetto 1963/1964, culminate nell’unico spareggio per il titolo di campione d’Italia. Ripercorriamo i precedenti a San Siro.

IL MOMENTO

Il corso di una stagione può cambiare da un momento all’altro. Ennesima controprova la crescita nerazzurra, impegnata in una difficile opera di ricostruzione con Frank de Boer. Interrotti in malo modo i rapporti con Mancini, la proprietà ha saputo trattenere Icardi, tornato cannibale nelle aree di rigore nemiche. Sei le reti siglate, ‘Maurito’ sa confezionare pure meravigliosi assist per i compagni, come quello che ha permesso a Perisic di stroncare la Juve. Un campione a 360°, al quale la difesa felsinea dovrà riservare un “trattamento speciale” se non vorrà uscire da San Siro a mani vuote. Interessante scoprire come si comporteranno le giovani speranze Verdi e Di Francesco, al banco di prova.

LE STATISTICHE

La “Beneamata” comanda nei precedenti dinnanzi al pubblico amico: 39 i successi in 69 incontri del massimo campionato, a fronte di 20 pareggi e 10
sconfitte. Giocato il 12 marzo 2016 l’ultimo confronto, chiuso 2-1 a favore dell’Inter con Perisic e D’Ambrosio in goal; vano il centro di Brienza. Padroni di casa complessivamente avanti anche nei goal realizzati (110 a 63), battuti l’ultima volta il 10 marzo 2013 per opera di Gilardino.

LE VITTORIE PIÙ NETTE

Datata 3 dicembre 1961 la gara con il maggior numero di reti, un 6-4 dove risultò decisiva la doppietta di Morbello sul finale di gara. È invece del 12 aprile 1959 il ko più pesante inflitto agli emiliani: 5-1 lo score, Angelillo realizzò una doppietta. 3-0 il massimo scarto a favore dei felsinei. Risalente il primo al lontanissimo all’8 aprile 1956, lo stesso punteggio si è ripetuto il 17 febbraio 2012, autografato Di Vaio (doppietta) e Acquafresca.