Nonostante la partita di domani contro il Chievo non abbia nulla da dire, grande interesse oggi per l’ultima conferenza stampa della stagione prima di un match di campionato: davanti ai giornalisti presenti al centro sportivo Angelo Moratti, non si è presentato come al solito Walter Mazzarri ma il protagonista di oggi è stato stato Piero Ausilio: il dirigente nerazzurro ha risposto alle domande riguardanti i prossimi movimenti di mercato della società ed alla situazione contrattuale di alcuni giocatori della rosa.

Questa mattina abbiamo ufficializzato a Cambiasso la nostra intenzione di non prolungare il contratto. Abbiamo condiviso molti anni insieme, abbiamo molta stima nei suoi confronti ma le nostre strade si divideranno“. Subito una notizia che lascia intendere come il club nerazzurro abbia intenzione di svoltare nettamente rispetto al recente passato: “Dobbiamo prendere decisioni forti anche se difficili. Abbiamo voglia di aprire un nuovo ciclo. Sappiamo delle difficoltà che troveremo sulla nostra strada rinunciando ad una serie di giocatori che hanno fatto la storia dell’Inter ma la scelta è stata fatta”.

Zanetti (guarda qui il video di ringraziamento del Capitano) rimarrà all’interno del club con una posizione dirigenziale: “Lui sarà una figura di riferimento ed importantissima per i compiti che gli verranno assegnati. Siamo convinti di avere in rosa giocatori che in prospettiva futura potranno diventare come i calciatori che ci lasceranno a fine stagione”. Mazzarri (leggi qui le parole del Presidente Thohir) gode ancora della fiducia del club: “Penso non ci saranno problemi per il suo rinnovo di contratto. Dobbiamo programmare bene le cose ma la nostra volontà è di proseguire con lui. Alla fine troveremo un accordo“.

Ausilio (foto by Photo Pin) è un fiume in piena e spiega dettagliatamente la situazione di alcuni elementi della rosa nerazzurra: “Ranocchia può firmare il rinnovo quando vuole, vogliamo tenerlo e potrebbe diventare il nostro capitano. Alvarez ha ancora due anni di contratto, non abbiamo trovato l’accordo economico per il suo rinnovo ma abbiamo visto il suo agente poche volte e quindi ci rivedremo in futuro per sistemare il tutto”. Capitoli Jonathan e Rolando: “Con il brasiliano non sappiamo ancora che tipo di trattativa sarà ma ci vedremo sicuramente, su Rolando invece dico che vogliamo tenerlo ma non abbiamo intenzione di farci prendere per il collo dal Porto per un ragazzo di 29 anni”. Chiusura su Campagnaro: “In stagione ha avuto alcuni problemi fisici ma adesso andrà al Mondiale e poi tornerà regolarmente da noi per iniziare la nuova stagione“.

Ausilio è stato chiaro: l’Inter è pronta ad aprire un nuovo ciclo con l’intenzione di tornare ad essere competitiva in breve tempo. La partenza di Cambiasso (leggi qui le sue parole) è solo l’ultimo sacrificio di cuore per una squadra che dei giocatori giovani e pieni di motivazioni farà il suo punto di forza. Domani contro il Chievo sarà l’ultima partita della stagione ma la società ha già cominciato a lavorare per il prossimo campionato.