L’Inter riparte con l’Atalanta per questo nuovo inizio del campionato di Serie A, squadra con la quale i nerazzurri delle ultime stagioni hanno sempre trovato enormi difficoltà e che per il nuovo progetto di Mancini rappresenta già un test importante per capire, anche in vista dell’imminente derby alla terza giornata, se l’Inter gode di buona salute oppure i segnali d’allarme della pessima pre-season rimangono confermati mostrando una squadra ancora con preoccupanti deficit tecnici, nonostante i nuovi innesti come Miranda e Murillo in difesa, Kondogbia a centrocampo e Jovetic in attacco. Assisteremo insomma ai progressi o meno di una squadra che ha dovuto fare a meno di Kovacic e Shaqiri, giocatori che fino a qualche mese fa rappresentavano il futuro del club.

Mancini si affida al modulo che per ora sembra dare più garanzie ed equilibrio, il 4-3-1-2. In difesa è promossa la nuova coppia sudamericana di centrali formata da Miranda e Murillo con Santon e Juan Jesus sull’esterno. A centrocampo ci sarà Medel davanti alla difesa con Kondogbia e Brozovic interni e Hernanes sulla trequarti dietro Icardi e Jovetic. A meno che Mancini non voglia inoculare più materia grigia in mediana inserendo da subito il giovane Gnoukouri affidandogli la cabina di regia. Guarin parte dalla panchina, così come Palacio, pronti però a subentrare in qualsiasi momento.

Reja, che ha sostituito Colantuono (ora a Udine) nel finale della scorsa stagione, presenterà il suo 4-3-3, ordinato e pericoloso, come ogni assetto che il friulano è abituato a proporre. L’assenza di Cigarini lo costringe a utilizzare il nuovo acquisto olandese Marten De Roon, ex Heerenven, che però ha fatto molto bene dal suo arrivo e ha dimostrato di essere un innesto importante a centrocampo, andando anche a segno  col Cittadella in Coppa Italia. Carmona e Kurtic fungeranno da mezzali per filtrare palloni in direzione di D’Alessandro, Papu Gomez e Denis, inizialmente preferito a Pinilla. Maxi Moralez partirà dalla panchina. Nella linea difensiva Masiello e Cherubin agiranno da centrali mentre Raimondi e Dramé andranno sulla fascia.

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Juan Jesus; Brozovic, Medel, Kondogbia; Hernanes; Icardi, Jovetic. All. Mancini.

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Raimondi, Masiello, Cherubin, Dramé; Kurtic, De Roon, Carmona; D’Alessandro, Denis, A. Gomez. All. Reja.