L’Inter vince 2-0 contro l’Atalanta nella gara valida per la 4.a giornata di Serie A. Osvaldo (gol strepitoso il suo) ed Hernanes (foto by Infophoto) sono i marcatori delle reti che hanno permesso ai nerazzurri di vincere meritatamente un match che alla vigilia presentava numerose insidie. L’Inter ha giocato bene, senza scoraggiarsi dopo il rigore sbagliato da Palacio nella prima frazione di gioco, ed ha comandato la partita rendendosi più volte pericolosa. Grazie a questo successo, i nerazzurri conquistano il 3° posto in classifica insieme a Sampdoria e Verona con 8 punti. L’Atalanta si è svegliata troppo tardi, gli innesti di Gomez e Boakye hanno dato vivacità all’attacco orobico ma è mancato il guizzo finale per riaprire il risultato. L’Inter conquista 3 punti molto importanti, dopo una buona prestazione che porta molta fiducia a tutto l’ambiente. Domenica a Milano arriva il Cagliari: sarà necessario trovare quella continuità di rendimento che è mancata in questo inizio di stagione. La squadra ha buone potenzialità ma lascia perplessi come possa tramutarsi da brutto anatroccolo (contro il Palermo) a principe azzurro nel giro di soli 3 giorni.

Mazzarri sceglie Guarin al posto di Hernanes ed Icardi come compagno d’attacco di Palacio: inizia il match e gli ospiti si rendono subito pericolosi al 7′ con Cigarini che calcia di poco alto. L’Inter comunque cerca di creare gioco: all’ 8′ minuto Guarin su punizione chiama all’intervento Sportiello, dal corner Medel calcia di poco fuori. La Beneamata continua a premere sull’acceleratore prima con Vidic che al 17′ di testa colpisce il palo e poi con Palacio che un minuto dopo chiama al super intervento il portiere bergamasco. Al 25′ Icardi è costretto a lasciare il campo per un colpo subito al ginocchio durante un contrasto di gioco ed al suo posto entra Osvaldo. Proprio l’italo-argentino si procura un rigore al 29′ per fallo di Benalouane: sul dischetto si presenta Palacio che però si lascia neutralizzare il penalty da Sportiello. L’Inter non accusa il colpo e continua ad attaccare, Guarin al minuto 36 calcia di poco fuori. Dopo tanta fatica al 40′ la Beneamata trova il gol del vantaggio con una strepitosa sforbiciata di Osvaldo che sfrutta al meglio un cross su punizione di Guarin.

La ripresa comincia con l’Inter ancora in attacco: al 50′ Palacio colpisce di testa troppo debolmente mentre Kovacic poco dopo sfiora il palo. Al 54′ Palacio ha la palla del raddoppio ma il suo diagonale si stampa sul palo. Colantuono prova a svegliare i suoi inserendo Boakye e Gomez e la squadra sembra dare segnali di vita. L’Inter sembra stanca, i bergamaschi conquistano terreno ed Handanovic deve compiere un paio di interventi importanti. Palacio lascia il campo per dare spazio a M’Vila, l’Inter si risistema in campo ed al minuto 87 chiude il match con il subentrato Hernanes bravo a calciare  una punizione sotto l’incrocio dei pali sul lato del portiere. L’Inter torna al successo dopo il mezzo passo falso di Palermo, Mazzarri ha ottenuto risposte positive importanti da un gruppo che se consapevole delle proprie debolezze potrà crescere ancora molto.

LEGGI ANCHE

INTER PIERO AUSILIO: UFFICIALE, RINNOVO DEL CONTRATTO FINO AL 2017

PALERMO-INTER 3.A GIORNATA: BRUTTA INTER, ALLA FINE E’ SOLO UN PAREGGIO