Come un anno fa (poi vinse il torneo, che è il più importante al mondo dopo i quattro Slam), quando aveva sconfitto un’altra n° 2 al mondo, in quel caso la cinese Li Na, oggi ritirata: Flavia Pennetta si prende l’ennesima scalpo eccellente avanzando nel torneo californiano, e questa volta trattasi niente meno che di Maria Sharapova, battuta per la terza volta consecutiva su un totale di cinque sfide, una Sharapova in formissima perché si era appena sbarazzata, e facilmente di una certa Vika Azarenka.

TABELLONE

La brindisina vola così nei quarti di finale del ”BNP Paribas Open“, torneo Wta Premier Mandatory con un montepremi di 5.381.235 dollari in corso sul cemento di Indian Wells, in California, dove affronterà la vincente della sfida tra Caroline Garcia (n.25 del tabellone) e Sabine Lisicki (n.25 del seeding).

PARTITA

Primo set combattuto, ma perso, con Flavia sempre a inseguire, poi non c’è stata più storia o quasi, se si eccettua l’importantissimo terzo game del secondo set, riacciuffato per i capelli, rimontando sotto 0-40: Flavia si è imposta per 3-6, 6-3, 6-2 su ‘Masha’, numero due del seeding e del ranking mondiale. Prosegue dunque il sogno per Pennetta, che evidentemente riesce a trovare le energie nervose e fisiche migliori su questi campi, da lei amatissimi come sempre sottolineato, anche prima di imporsi in questo prestigioso torneo. La numero uno del seeding è Serena Williams tornata ad Indian Wells dopo 14 anni: ha vinto il titolo nel 1991 tra i fischi del pubblico, dopo che il padre fermò la sorella Venus, per lanciare proprio Serena, nello ‘scontro’ di semifinale. L’americana è approdata nei quarti dopo una sfida lunga e tirata con la Stephens, e si trova dall’altra parte del tabellone (parte alta) rispetto alla brindisina, che al massimo affronterà in finale.