La storia è oggi, 16 marzo 2014! In alto il cuori, perché il torneo è di quelli che valgono, tantissimo. E nessuna italiana lo aveva mai conquistato prima! Flavia Pennetta da Brindisi, 32 anni, riesce nell’impresa e trionfa  Indian Wells sul cemento californiano, aggiudicandosi anche un montepremi da 1.000.000 di dollari! E pensare che un anno e mezzo fa Flavia, operata di nuovo al polso, era precipitata al n.158 del mondo e sembrava sull’orlo del ritiro, mentre da domani sarà n.12, seconda d’Italia dopo Errani (n.10).

Dopo un torneo sontuoso, ma certo non facile, Flavia ha quasi passeggiato in finale contro la polacca Agnieszka Radwanska, n.2 del tabellone, sconfitta 6-2, 6-1 in poco più di un’ora. Non c’è dubbio che la brindisina stia giocando il miglior tennis della carriera, perché in più, rispetto al passato, può contare su esperienza, difesa, continuità e soprattutto un servizio (3 ace e tanti vincenti) che fino a 2 anni fa non aveva, a questi livelli. Dopo i primi tre giochi equilibrati, nel primo set, Flavia infila 9 dei successivi dieci games: perfetta da fondo campo, paziente, incisiva al servizio e con il rovescio in lungolinea, Pennetta travolge la polacca, molto fallosa rispetto al solito e che poi, dall’inizio del secondo set, praticamente non riesce più a stare in campo (ma non si ritira, stoicamente), a causa di un problema al ginocchio sinistro. Morale, trionfo di Flavia, senza storia! Ma che FA, la storia…

Per Flavia, è il decimo titolo di una carriera irripetibile, fatta di cadute dolorose e gloriosi ritorni. Questo successo, colto a 32 anni, non è solo una conquista tanto imprevedibile quanto straordinaria. E’ quasi una ricompensa, una meritata gratificazione che premia la cocciuta determinazione di una ragazza che avrebbe potuto smettere di faticare e soffrire anni fa. Ma sirene e sirenetti di mondi molto meno impegnativi del tennis di vertice non hanno attecchito: la psiche di una campionessa è votata alla vittoria, all’agonismo. Evitando l’effimero, Flavia ha trovato l’essenziale.
Ha superato gli infortuni, le separazioni da un compagno disgraziato e da un coach adorato, mandando giù bocconi amarissimi ma rimediando a tutto con impegno e sofferenza. Ora c’è Salvador Navarro al suo fianco, ottimo complice in questo inganno perfetto: far credere a tutti che fosse finita.

FLAVIA PENNETTA: ““Non sono cosa dire, sono felice, contenta. Mi spiace molto per Agnieszka, spero che il suo infortunio non sia serio. Oggi era il mio giorno, ho vinto uno dei tornei più importanti del circuito, uno dei più belli e organizzati. E’ una soddisfazione enorme, il premio al lavoro duro, ai sacrifici di tutti i giorni. Ringrazio tutto il mio staff, a cominciare dal mio allenatore, Salvador Navarro, e quanti in Italia, compresi mio padre Oronzo e mia madre Concita, in questi ultimi dieci giorni non hanno dormito per seguire in tv i miei match. E ringrazio Fabio, seduto qui in tribuna a sostenermi”. Fabio è Fognini, che prima di abbracciarla l’ha innaffiata con un bel gavettone.
“Penso di aver bisogno di un paio di giorni per rendermi conto di tutto – ha poi aggiunto Flavia – ho chiamato a casa e mio padre non riusciva neppure a parlare. Dopo tanti anni di lavoro e sacrifici è il momento che sognavo, che stavo aspettando. Ed è arrivato quando meno te l’aspetti… All’inizio del torneo mai avrei pensato di vincerlo, ma anche di arrivare in semifinale o finale. Il mio obiettivo era semplicemente giocare il mio miglior tennis”.

TUTTI I RISULTATI ODIERNI QUI

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE

RISULTATI SINGOLARE FEMMINILE (italiane):
“BNP Paribas Open”
WTA Premier Mandatory
Indian Wells, California, Stati Uniti
5 – 16 marzo, 2014
 $5.946.740 – cemento

Primo turno
(q) Camila Giorgi (ITA) b. Andrea Petkovic (GER) 67(5) 63 63
(20) Flavia Pennetta (ITA) bye
(wc) Taylor Townsend (USA) b. Karin Knapp (ITA) 76 (1) 61
Francesca Schiavone (ITA) b. Mona Barthel (GER) 36 62 62
(8) Sara Errani (ITA) bye
(13) Roberta Vinci (ITA) bye

Secondo turno
(q) Camila Giorgi (ITA) b. (25) Sorana Cirstea (ROU) 76 (3) 63
(20) Flavia Pennetta (ITA) b. (wc) Taylor Townsend (USA) 6-3, 6-7 (4), 6-3
Samantha Stosur (AUS) b. Francesca Schiavone (ITA) 62 63
(8) Sara Errani (ITA) b. (q) Sharon Fichman (CAN) 61 61
(13) Roberta Vinci (ITA) b. Madison Keys (USA) 63 63

Terzo turno
(q) Camila Giorgi (ITA) b. (4) Maria Sharapova (RUS) 63 46 75
(20) Flavia Pennetta (ITA) b. (16) Samantha Stosur (AUS) 64 36 61
(18) Eugenie Bouchard (CAN) b. (8) Sara Errani (ITA) 63 63
Casey Dellacqua (AUS) b. (13) Roberta Vinci (ITA) 46 62 63

Ottavi
(20) Flavia Pennetta (ITA) b. (q) Camila Giorgi (ITA) 6-2, 6-1.

Quarti
(20) Flavia Pennetta (ITA) b. (17) Sloane Stephens (USA) 64 57 64

Semifinali
(20) Flavia Pennetta (ITA) b. (1) Na Li (CHN) 7-6, 6-3.

Finale(20) Flavia Pennetta (ITA) b. (2) Agnieszka Radwanska 6-2, 6-1

RISULTATI SINGOLARE MASCHILE (italiani):
BNP Paribas Open”
ATP World Tour Masters 1000
Indian Wells, California, Stati Uniti
5 – 16 marzo, 2014
$ 4.720.380 – cemento

Primo turno
(13) Fabio Fognini (ITA) bye
(29) Andreas Seppi (ITA) bye
(q) Paolo Lorenzi (ITA) b. Pablo Carreno Busta (ESP) 36 61 62

Secondo turno
(13) Fabio Fognini (ITA) b. (wc) Ryan Harrison (USA) 57 61 64
(29) Andreas Seppi (ITA) b. Sam Querrey (USA) 46 76 (3) 63
(24) Marin Cilic (CRO) b. (q) Paolo Lorenzi (ITA) 62 62

Terzo turno
(13) Fabio Fognini (ITA) b. (23) Gael Monfils (FRA) 62 36 75
(3) Stanislas Wawrinka (SUI) b. (29) Andreas Seppi (ITA) 60 62

Ottavi
(28) Alexandr Dolgopolov (UKR) b. (13) Fabio Fognini (ITA) 6-2, 6-3.