IL TRIONFO DI FLAVIA PENNETTA

Match bellissimo, trionfo in rimonta di Djokovic in tre set. Ma Roger Federer c’è! Terzo successo per il serbo dopo 2008 e 2011. Nole ha vinto per 3-6, 6-3, 7-6(3), in una finale quasi specchio di quella di Dubai, almeno fino allo splendido, ma vano reingresso in partita di Federer nel finale di 3° set.

A undici ore di fuso orario dalla California, Roger vinse subendo per un set e mezzo un avversario quasi perfetto, pazientando e soffrendo fino a piegarlo e sconfiggerlo. Nel deserto alle porte di Los Angeles, è invece lui a uscire battuto dopo aver accarezzato l’idea di tornare a vincere un titolo Masters a 18 mesi di distanza dall’ultimo. L’appuntamento è quantomeno rimandato, mentre tocca a Nole abbracciare e baciare il suo diciassettesimo titolo 1000, il terzo consecutivo dopo Shanghai e Parigi.

E’ stata una finale a tratti bellissima, anche se il livello di gioco ha conosciuto alti e bassi piuttosto vistosi. Ad uscire vincitore è stato il giocatore che meglio ha saputo adattarsi alle condizioni, apparse leggermente più rapide rispetto a Dubai, e al vento, cresciuto con il progressivo abbassarsi del sole. Federer è partito fortissimo, capitalizzando al meglio il break conquistato in apertura: un primo set pressoché perfetto, chiuso per 6-3. Si avvertiva però che il miglior Djokovic non era ancora arrivato.

Ci sono voluti i primi quattro game del secondo set per fargli trovare definitivamente il range dei propri colpi: Roger è riuscito a tenere il servizio sull’1-2 e sul 2-3 (salvando palle break e chiudendo con un punto incredibile: brutto segnale), ma ha dovuto cedere nel settimo game. E’ l’inizio di un parziale di sei game a uno in favore di Nole, che sembra uccidere la partita: un set pari e 3-1 nel terzo in favore del serbo. Seguendo i turni di servizio, si arriverà sul 5-4, quando un turno di risposta maestoso di Federer riporta la partita in parità e regala una dose di adrenalina al pubblico, ormai pronto agli applausi conclusivi ma come al solito tutto o quasi di parte svizzera. Due giochi più tardi, entrambi senza scossoni, il tiebreak si rivelerà però a senso unico: un Nole per nulla scalfito dalla rimonta dell’avversario lo domina per 7 punti a 3.

TUTTI I RISULTATI ODIERNI QUI

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE

RISULTATI SINGOLARE MASCHILE (italiani):
BNP Paribas Open”
ATP World Tour Masters 1000
Indian Wells, California, Stati Uniti
5 – 16 marzo, 2014
$ 4.720.380 – cemento

Primo turno
(13) Fabio Fognini (ITA) bye
(29) Andreas Seppi (ITA) bye
(q) Paolo Lorenzi (ITA) b. Pablo Carreno Busta (ESP) 36 61 62

Secondo turno
(13) Fabio Fognini (ITA) b. (wc) Ryan Harrison (USA) 57 61 64
(29) Andreas Seppi (ITA) b. Sam Querrey (USA) 46 76 (3) 63
(24) Marin Cilic (CRO) b. (q) Paolo Lorenzi (ITA) 62 62

Terzo turno
(13) Fabio Fognini (ITA) b. (23) Gael Monfils (FRA) 62 36 75
(3) Stanislas Wawrinka (SUI) b. (29) Andreas Seppi (ITA) 60 62

Ottavi
(28) Alexandr Dolgopolov (UKR) b. (13) Fabio Fognini (ITA) 6-2, 6-3.