In assenza di un vero e proprio tormentone di mercato in questa nuova avvincente avventura della finestra estiva dei trasferimenti, ma tanti ne arriveranno da qui a due mesi, data di scadenza degli affari tra club, ci stanno pensando Giannelli Imbula, Olympique Mariglia, Inter e ora ci si è messo pure il Porto entrando a gamba tesa su una trattativa già praticamente conclusa a tenere viva l’attenzione su questo tema rendendosi protagonisti di una tiritera che però dovrebbe risolversi a breve termine, con il centrocampista francese chiamato a decidere il suo destino tra due orizzonti calcisticamente – non soltanto geograficamente – lontanissimi come Milano e Oporto, la Serie A e la Primeira Division portoghese.

Come in molti altri casi anche in questo non si tratterà solo ed esclusivamente di soldi bensì di scelte di vita e di carriera. La lega portoghese non è nella top five dei campionati europei, ma il porto al contrario dell’Inter gioca la Champions League che tradotto significa, onore, prestigio, visibilità e, certo, anche soldi. E venendo nello specifico al “vil denaro”, indiscrezioni da parte del quotidiano francese L’Equipe parlano di un blitz del club lusitano con un’offerta di 25 milioni in un’unica soluzione per le casse attualmente magre del Marsiglia, più un ingaggio più allettante per il giocatore di quello proposto dal club nerazzurro.

Secondo Rmc info e La Provence (stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport) l’offerta del Porto sarebbe invece di 23 milioni di euro pagabili in due tranche nell’arco temporale di un anno. Offerta confermata da Calciomercato.com che intercetta le dichiarazioni del padre-agente del giocatore Willy Ndagi: “Sì, Gianelli ha detto sì al Porto“. Morale della favola Imbula è attualmente in Portogallo starebbe per firmare, sì, ma un contratto scritto in portoghese e sembra che nell’affare ci sia un chiaro legame con Doyen Sports (noto fondo che da anni finanzia gli affari del Porto) e, dunque, con Nelio Lucas che potrebbe essersi in qualche modo vendicato della trattativa non andata… in porto (perdonerete il calembour) per Kondogbia al Milan. Si attende naturalmente una contromossa da parte dell’Inter.