La sconfitta per 3-2 contro il Frosinone, benché ci sia stata una commovente reazione d’orgoglio da parte della squadra sotto di tre reti e in inferiorità numerica per l’espulsione del portiere Rafael, non è naturalmente la causa dell’esonero di Andrea Mandorlini per quanto riguarda la panchina del Verona, semmai l’ennesima occasione perduta per raddrizzare le sorti di una stagione nata in maniera davvero contorta. Zero vittorie in 14 giornate, 8 sconfitte e 6 pareggi sono il bilancio complessivo che fa registrare solo 6 punti a referto e l’inevitabile ultimo posto in classifica.

Così la società Hellas Verona lunedì 30 novembre annuncia tramite un comunicato ufficiale pubblicato sul sito del club che Mandorlini non è più l’allenatore della squadra scaligera: “L’Hellas Verona FC informa di aver sollevato dall’incarico il tecnico Andrea Mandorlini e i suoi collaboratori. Ad Andrea e al suo staff i ringraziamenti da parte del Club per aver, attraverso dedizione, indiscutibile professionalità e intensa passione, condiviso gioie, dolori ma soprattutto vittorie, sul campo e fuori, che hanno portato la squadra dalla Lega Pro fino al palcoscenico della Serie A. Al Mister e al suo staff il più sincero in bocca al lupo per il futuro professionale“. Insieme a Mandorlini, giunto sulla panchina gialloblu nel 2010, vengono sollevati dall’incarico anche i preparatori atletici Marini e Morini e il collaboratore tecnico Nicolini.

Ora il presidente Setti e il d.s. Bigon stanno passando al vaglio le possibili soluzioni per scegliere il successore di Mandorlini. Il primo nome della lista è Eugenio Corini, il quale però dovrebbe risolvere il contratto che lo lega ai concittadini del Chievo fino al 2017 prima di potersi legare alla società di via Belgio. Nella notte tra il 30 novembre e il 1° dicembre i contatti sono proseguiti anche con altri tecnici e in mattinata è previsto un incontro con Gigi Delneri, probabile futuro tecnico dei gialloblu. Annuncio in giornata, prima della sfida di Coppa Italia contro il Pavia prevista mercoledì 2 dicembre.