Dalla Rhein Nekar Arena di Sinsheim ad Anfield Road, dalla Bundesliga alla Premier League e, soprattutto dall’Hoffenheim al Liverpool il passo è veramente grande per l’attaccante brasiliano Roberto Firmino. E tutto grazie a quella fantastica vetrina di talenti che è la Copa America, giunta attualmente alle sue fasi finali in Cile, ma grazie anche a Carlos Dunga che nella sua “seconda navigazione” alla guida della Seleção ha deciso di puntare sul centravanti dell’Hoffenheim come figura di riferimento, insieme a Neymar, del comparto offensivo del nuovo Brasile con Firmino che lo ha ripagato segnando un gol al Venezuela che ha regalato l’accesso ai quarti di finale alla nazionale verdeoro.

Il Liverpool non ha badato a spese per strapparlo alla piccola città del Baden-Württemberg, per lui si parla infatti di un contratto pluriennale a diversi zeri (non è ancora stata rivelata la cifra dell’ingaggio) con un costo d’acquisto di 29 milioni di sterline, pari a circa 40 milioni di euro. In assoluto l’acquisto più costoso dalle parti di Anfield, dopo i 35 milioni spesi per acquistare Andy Carrol dal Newcastle nel 2011. Visite mediche una volta conclusa la Copa America, e poi le firme per il 23enne di Maceiò.

Firmino approda in Inghilterra portando in dote 56 gol e 36 assist in 190 presenze totali con l’Hoffenheim. Grandi movimenti di mercato si susseguono dopo il colpo Firmino da parte dei Reds, anche in seguito all’addio di Steven Gerrard, il leggendario capitano che ha lasciato Anfield per tentare l’avventura americana nell’MLS. Il Chelsea infatti ha messo le mani su Coutinho e se il Liverpool conclude l’affare con Kovacic, un altro interista, Mourinho potrebbe ritrovare uno dei talenti più puri dell’Inter ai tempi del triplete, ma notevolmente “enhanced”. L’Inter ha chiesto 30 milioni e non scenderà sotto i 25, soldi che il Liverpool potrebbe avere pronti sfruttando un’altra cessione eccellente, quella di Raheem Sterling fortemente cercato dal Manchester City.