Mauro Icardi (foto by InfoPhoto) è un giocatore dell’Inter. Ad annunciarlo è stato il direttore generale nerazzurro, il contestato Marco Fassone, che parlando delle strategie di mercato nerazzurre in vista della prossima stagione si è lasciato sfuggire una dichiarazione che non lascia spazio a dubbi:

Il bilancio ci vieta spese folli, ma siamo riusciti a chiudere cinque trattative interessanti: Laxalt, Campagnaro, Andreolli, Botta e Icardi”.

Difficile che arrivino smentite, a meno che Fassone non sia ancora in vena di trollate anti-interiste come nel caso della famosa maglietta anti-Mourinho: la stellina argentina della Sampdoria giocherà nell’Inter nella prossima stagione, e insieme a lui ci saranno altri due promettenti sudamericani (Diego Laxalt, preso già in gennaio, e Ruben Botta, esterno sinistro che arriverà dal Tigre a parametro zero), oltre che a un cavallo di ritorno come Andreolli e a un difensore esperto come Hugo Campagnaro.

Naturalmente, in attesa che Moratti riesca a trovare il famoso socio e in contumacia dei milioni della Champions League, sarà necessario operare un sacrificio e in tal senso tutte le strade portano a Samir Handanovic, il migliore in questa disgraziata stagione nonché unico nerazzurro con grande mercato. Nei giorni scorsi è girata la voce di 30 milioni di cocuzze messi sul piatto dal Barcellona: tanta roba, per un portiere. L’Inter per ora nega, ma è da escludersi che sia in grado di rifiutare un’offerta simile in tempi simili.