L’infortunio muscolare che ha messo kappaò Zlatan Ibrahimovic (foto by InfoPhoto) nel match di andata dei quarti di finale di Champions League contro il Chelsea rischia di tenerlo fuori per il resto della stagione. Le parole del presidente del PSG, Nasser Al Khelaifi, lasciano pochi dubbi a proposito: saranno minimo 4 le settimane di stop per l’asso svedese, a cui potrebbero aggiungersi altri 7-14 giorni per tornare a disposizione di Laurent Blanc. Una mazzata per il club parigino, che dovrà fare a meno del suo indiscusso capobranco nel momento più importante: Ibra dovrà saltare certamente non solo il match di ritorno contro Mou, ma anche la finale di Coppa di Lega contro il Lione e le due eventuali semifinali di Champions League.

Sullo sfondo, resta il sogno della finalissima di Lisbona, in programma il 24 maggio. Per quella data, salvo complicazioni sul percorso riabilitativo, Zlatan dovrebbe tornare abile e arruolabile. Almeno, lo speriamo. Suonerebbe infatti come una sadica beffa ordita da un nume crudele quella che vorrebbe l’Ibradiddio saltare la sua prima (e unica?) finale di Champions League della sua carriera, quella maledetta finale che finora, nonostante la sua classe infinita, non mai riuscito a raggiungere. Tutto questo nella sua stagione migliore, suprema ironia; e, come se non bastasse, a causa di un infortunio muscolare, lui che non ha mai sofferto di grandi noie grazie a quel suo fisico da superatleta. Sì, sarebbe davvero insopportabile. Per noi, figuriamoci per lui.