Il presidene del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è stato un fiume in piena quando, al termine dell’assemblea di Lega, gli è stato chiesto come fosse andato l’incontro con la Juventus: «Nessun club finora ha messo sul tavolo i soldi della clausola e nemmeno Higuain mi ha detto nulla. Tutte le cavolate scritte fanno male ai tifosi». Proprio poco prima, il numero uno azzurro aveva ricevuto una richiesta ufficiale da parte dell’amministratore delegato dei bianconeri, Beppe Marotta: la Juventus voleva comprare Higuain. La risposta di De Laurentiis, anche in questo caso, non si è fatta attendere: «La Juve è molto intelligente e capisce che non può fare questo torto. Sa perfettamente che è una battaglia persa, diventerebbe una squadra estremamente antipatica».

Il presidente del Napoli ha poi rafforzato il concetto: «Io sono convinto che la Juve ha una sua classe e non disturberà. Potrei pensare che Higuain potrebbe bussare a qualche club. A Marotta ho chiesto: vuoi pagare la clausola? La sua risposta è stata: ‘Non ci penso nemmeno’. Pereyra è fuori dai giochi. Zaza? Abbiamo un sacco d’attaccanti, non facciamo i bulimici».

Subito dopo queste dichiarazioni, è comparso anche Beppe Marotta, che ha sostanzialmente confermato ai giornalisti presenti quanto detto da De Laurentiis poco prima: «Non paghiamo la clausola rescissoria – spiega davanti ai microfoni l’amministratore delegato della Juve -. Higuain per ora è un discorso chiuso: con il Napoli non c’è nessuna trattativa. Direi di sì, è così. Direi assolutamente di sì. Non aggiungo altro». C’è da dire che Marotta non è assolutamente stato loquace come al solito: le risposte date erano secche, con contagocce. Pochi sorrisi da parte sua, segno evidente che in realtà questo rifiuto a trattare da parte del Napoli è stato accusato dal dirigente bianconero. I cronisti riescono a strappare a Marotta solo un’altra dichiarazione, riguardante ovviamente l’attacco, unico reparto in cui al momento la Juve appare carente: «Faremo qualcosa per sostituire Morata? Beh sì, provvederemo senza’altro». Fine del tormentone estivo, dunque? È probabile, ma seguiamo l’evolversi del calciomercato da tanti anni e sappiamo che quel “per ora” infilato tra le righe potrebbe voler dire che la telenovela dell’estate, in realtà, si prende solo una piccola pausa…