Higuain record. Il Pipita chiude il torneo a 36 gol ed entra nella storia della serie A, battendo il primato di maggior numero di reti in un solo campionato che dal 1949-1950 apparteneva a Gunnar Nordahl (35). Fondamentale la tripletta messa a segno in Napoli-Frosinone 4-0, partita che ha confermato la squadra di Sarri al secondo posto utile per il passaggio diretto ai gironi di Champions League.

I 55mila accorsi al San Paolo si aspettavano una goleada per l’ultima partita della stagione, e così è stato, anche se gli azzurri hanno dovuto soffrire non poco per scardinare il muo difensivo eretto dalla squadra di Stellone dopo l’espulsione di Gori (al 13′ per proteste).

Sono almeno cinque le occasioni d’oro sprecate dai partenopei (tra cui una traversa di Insigne) fino al gol liberatorio di Hamsik. E’ il 44′ quando Ghoulam scivola a sinistra, crossa e trova la deviazione vincente, sottomisura, di Hamsik.

Nella ripresa Higuain decide di entrare nella leggenda, concludendo un campionato storico. Al 7′ Allan vola destra, crossa e pesca Higuain per il 2-0.

Dieci minuti dopo il gol che eguaglia il record dell’attaccante svedese. Hysaj a sinistra, cross sul primo palo e il Pipita beffa ancora Zappino!

Higuain chiude l’opera con un gol fantastico. Semirovesciata per il poker azzurro e la tripletta personale. Il Pipita è sul tetto dei bomber che più hanno segnato in un solo campionato. 36 reti.

Sotto una pioggia battente c’è tempo per una traversa di Kragl e un’altra occasione di Insigne. Fischio finale, poi al San Paolo è solo festa. il Napoli torna in Champions League, Higuain è nella storia.