Tanta paura per il Napoli ed in particolare per il polpaccio di Gonzalo Higuain, toccato duro nel corso dell’ amichevole disputata questo pomeriggio a Castelvolturno contro il San Vito Positano, la squadra di cui è presidente Alessando Cecchi Paone.

L’argentino ha chiesto subito la sostituzione, ma solo a scopo precauzionale. Accompagnato a bordocampo, il Pipita dopo pochi minuti ha ricominciato a camminare normalmente. L’infortunio non dovrebbe essere grave e l’argentino resta dunque a disposizione del tecnico per la delicata gara di domenica contro l’Empoli, una delle sorprese del campionato ed ex squadra di Sarri.

L’episodio è accaduto al 4′ di gioco. Higuain è stato sostituito da Gabbiadini che ha messo a segno sei dei quattordici gol (a zero) con cui il Napoli ha vinto.

L’amichevole tra Napoli e San Vito Positano è stata organizzata per riparare agli insulti omofobi rifilati da Sarri a Mancini. “Non ho mai avuto dubbi sul fatto che l’allenatore azzurro non fosse omofobo. Ho parlato con lui diverse volte e conosco benissimo la sua posizione sui diritti degli omosessuali. Ha detto che sarebbe stato orgoglioso di essere gay. Quello con Mancini è stato solo un episodio. Higuain? Mi dispiace. E pensare che ho detto ai ragazzi: ‘qualsiasi cosa, ma non toccate Higuain’”.

Alla gara ha assistito anche Aurelio De Laurentiis: “Ringrazio il presidente perché ha immediatamente aderito alla mia proposta”. Il numero uno azzurro ha parlato della lotta scudetto: “La Juventus sta dimostrando di essere fortissima”.