Hernanes contro Lotito al termine di Lazio-Inter, gara andata in scena ieri sera e conclusasi con la vittoria dei nerazzurri. Nelle interviste di rito del dopopartita, il centrocampista brasiliano ha rivolto parole di fuoco al suo ex presidente, reo di aver esultato dopo la sua cessione. I due hanno avuto anche un diverbio in mixed zone.

Mi dispiace per i tifosi, ma la capriola fatta dopo aver segnato è stata una dedica a Claudio Lotito“, le parole di Hernanes “Ricordo le sue parole dopo avermi ceduto all’Inter. Nel periodo in cui non giocavo disse che aveva fatto un affare“.

Quando ti senti forte parli un po’ troppo ed a Lotito è successo. Non è nel mio dna essere vendicativo, ma le sue parole non le ho dimenticate. Ora forse la penserà in maniera differente nei miei riguardi“.

Hernanes aspettava la partita dell’Olimpico da tempo. E alla fine la vendetta è giunta: “Tenevo particolarmente a fare bella figura in questa partita. I tifosi dell’Inter spesso mi hanno detto che ero più forte quando giocavo nella Lazio, io non credo proprio“.

Poi Hernanes passa a raccontare la partita. Una vittoria che per l’Inter significa parecchio. Con i tre punti conquistati a Roma, la squadra di Roberto Mancini entra infatti in piena zona Europa League.

Ma il successo, a dispetto della doppia superiorità numerica, non è stato facile. “Soffriamo contro le squadra che si schiacciano. Ci succede anche a San Siro, quando affrontiamo compagini che si chiudono lì dietro. Stasera non era facile trovare spazi“, il commento di Hernanes.

Hernanes ha poi cercato di dare la mano a Claudio Lotito in mixed zone, ma il presidente della Lazio ha rifiutato. Il Profeta si è invece intrattenuto a lungo con il direttore sportivo biancoceleste, Ighli Tare. Un colloquio, a cui hanno assistito anche Piero Ausilio e Marco Fassone, durato dieci minuti e concluso con sorrisi ed abbracci.

SCUSE AI TIFOSI

Poche ore dopo lo sfogo, Hernanes ha rilasciato un video sul suo profilo Facebook. Il calciatore si è voluto scusare con i suoi vecchi tifosi: “Non è stata una mancanza di rispetto nei vostri confronti. A volte l’orgoglio porta a fare delle cose che non si capiscono bene. Non ce l’ho mai avuta con voi, neanche quando mi fischiavate ai tempi della Lazio. All’andata non ho esultato e anche la capriola di ieri è stata triste, senza esultanza. Mi di spiace per come è andata, scusate“.

Ed è stata una serata che ha ispirato vendetta per i calciatori nerazzurri. Anche Ranocchia ha consumato la sua. “Vittoria importante! Serata da bestie!” il tweet, ironico, del difensore interista, che si riferisce alle parole spese poche ore prima da Silvio Berlusconi.

Il presidente del Milan aveva parlato di una Inter formata da “Dieci stranieri più una bestia. Ranocchia“.