Dopo la vittoria con la Lazio al San Paolo, che ha consegnato le chiavi per accedere alla semifinale di Coppa Italia con la Roma (per la cronaca della gara clicca qui), il Napoli si rituffa nel campionato senza perdere di vista il mercato. La preparazione del match contro l’Atalanta riprenderà nella mattina di domani a Castel Volturno. Il grosso delle operazioni riguardanti l’acquisto di elementi per rinforzare la rosa, invece, si è focalizzato oggi.

Il club partenopeo non si ferma solo a Jorginho, centrocampista talentuoso e di prospettiva. Non si ferma nemmeno ad Andujar, garanzia di forza e sicurezza tra i pali che vestirà la maglia azzurra a partire dalla prossima stagione. Henrique e Ghoulam sono le ultime pedine di questa sessione di mercato e andranno a dare il proprio contributo alla causa partenopea.

La fumata bianca per Henrique c’era stata già qualche giorno fa (per approfondimenti clicca qui), ma la società campana ha preferito aspettare l’esito delle visite mediche prima di rendere ufficiale l’arrivo del difensore. Henrique ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2017. Al Palmeiras, suo club di provenienza, andranno 3,5 mln di euro.

Spuntato dal nulla, invece, Faouzi Ghoulam, terzino sinistro del Saint-Etienne. L’accordo tra il club di De Laurentiis (foto by Infophoto) e la società francese è stato raggiunto sulla base di circa 5 mln di euro.

Trattandosi di un rinforzo per la fascia sinistra, Armero sembra essere sempre più lontano dal capoluogo campano. Infatti, dopo il mancato approdo dell’esterno al Milan a causa del ‘no’ di Constant sulla base di uno scambio che doveva avvenire tra i due giocatori, il West Ham ha puntato gli occhi su di lui. Staremo a vedere.

Su Cannavaro (leggi qui gli ulteriori approfondimenti) è sempre più interessato il Sassuolo, alla ricerca di un difensore. Due anni e mezzo la durata del contratto proposto al giocatore, che in questo momento riflette sulla possibile operazione, mentre a centrocampo si valuta ancora l’ipotesi “Capoue” e c’è un ritorno di Gonalons.

Riguardo al reparto offensivo, invece, si era ipotizzata la volontà di cambiare aria da parte di Lorenzo Insigne. Al giovane attaccante napoletano non erano piaciuti i fischi piombatigli addosso mentre veniva sostituito nella sfida di coppa contro la Lazio, ma l’agente ha smentito le voci di un suo possibile addio alla piazza campana.

A cura di Maria Grazia De Chiara