Il dopo-De Sanctis, già inaugurato da tempo in casa Roma, ora ha anche un nome e un cognome: quello di Samir Handanovic (foto by InfoPhoto), numero uno dell’Inter e della nazionale slovena, da tempo uno dei migliori interpreti del ruolo nel nostro campionato e non solo. Secondo le indiscrezioni raccolte dal Messaggero, il ds giallorosso Walter Sabatini avrebbe già iniziato a intessere la tela che dovrebbe catturare il pararigori sloveno non a gennaio ma a giugno, quando mancheranno soltanto 12 mesi alla scadenza del suo non particolarmente ricco contratto con il club nerazzurro. Ed è proprio su questo punto che la Roma intenderà far leva per scardinare le resistenze dell’Inter.

Handanovic non rinnova

L’accordo tra Handanovic e l’Inter, come detto, avrà il suo termine naturale il 30 giugno 2016 e al momento non ci sono prospettive per il rinnovo: lo sloveno, che guadagna 2 milioni di euro, vorrebbe arrivare a prenderne il doppio, in linea con l’ingaggio da top player che sente di meritare e che diversi club, soprattutto stranieri, sarebbero prontissimi a riconoscergli. L’Inter, da parte sua, non vuole (e soprattutto non può) avvicinarsi a quelle cifre: tre anni consecutivi fuori dalla Champions League, e un quarto in arrivo, si fanno sentire, eccome se si fanno sentire. Ed ecco che, date le premesse, una separazione consensuale in giugno diventa la prospettiva migliore per tutti. Anche perché Samir è uno dei pochi giocatori sui quali l’Inter può legittimamente contare per far cassa.

La Roma offre Destro

C’è un problema: i 20 milioni della valutazione di Handanovic difficilmente verranno versati, non per un giocatore in scadenza dopo un anno. L’Inter rischia di doversi accontentare della metà, se va bene. A meno che la Roma non inserisca nella trattativa Mattia Destro, figliol prodigo di scuola nerazzurra, che piace molto a Mancini e che all’Inter potrebbe sostituire Icardi, in caso di cessione danarosa dell’argentino. Due giocatori con valutazioni simili, che potrebbero scambiarsi la maglia con benefici per tutti. In caso di partenza di Handanovic, peraltro, l’Inter avrebbe già la soluzione fatta in casa: Francesco Bardi, attualmente in prestito al Chievo.