Il futuro di Marek Hamsik dovrebbe essere lontano da Napoli e dal Napoli, stando a quanto riferisce il ct della Slovacchia, Jan Kozak. L’idea di quest’ultimo, infatti, è che il centrocampista slovacco sia qualitativamente superiore alla dimensione che il Napoli può offrirgli e che quindi possa giocare anche in altri club più prestigiosi.

Marek Hamsik è stato il protagonista indiscusso dell’ultima partita della Slovacchia agli Europei, perché con un gol spettacolare e con un assist è risultato decisivo nel 2-1 finale rifilato alla Russia, che permetterà molto probabilmente alla Slovacchia di poter accedere agli ottavi di finale: “Il Napoli è diventato troppo piccolo per Hamsik, lui meriterebbe una grande squadra – ha esordito Jan Kozak, ct della Slovacchia – meriterebbe un top club in Europa. Marek è maturato come persona e come giocatore a Napoli ma adesso quella squadra è diventata troppo piccola per un campione come lui”.

Il diretto interessato, però, ha cercato subito di smorzare ogni tipo di polemica ribadendo il suo legame con la città e la società: “Spero di restare al Napoli”, ha detto ai giornalisti prima della seconda partita della sua Nazionale agli Europei francesi.

Hamsik è nato a Banská Bystrica il 27 luglio 1987. Ad oggi è già diventato il terzo calciatore con più presenze di sempre in tutte le competizioni nella storia del Napoli, dietro solo a Giuseppe Bruscolotti (511) e Antonio Juliano (505), nonché il primatista di presenze nelle competizioni europee ed il quinto marcatore di sempre in tutte le competizioni (primo tra i centrocampisti).

Cresciuto in patria nello Jupie Podlavice, nel 2002 il passaggio allo Slovan Bratislava, dove rimane fino al 2004 quando viene ingaggiato dal Brescia. Arriva a Napoli nel 2007. In carriera, finora, ha vinto due volte la Coppa Italia (Napoli: 2011-2012, 2013-2014) e una volta la Supercoppa italiana (Napoli: 2014). A livello individuale, invece, due volte il Trofeo Peter Dubovský (2007, 2008), due Oscar del calcio AIC/Gran Galà del calcio AIC (Miglior giovane nel 2008 e Squadra dell’anno nel 2011), cinque volte il titolo di calciatore slovacco dell’anno (2009, 2010, 2013, 2014, 2015) e in una occasione è stato anche inserito nella squadra della stagione della UEFA Europa League (2014-2015).