Al termine di Bayern Monaco-Juventus è stato duro il commento di Pep Guardiola alle recriminazioni dei bianconeri, che hanno protestato per alcune decisioni dell’arbitro. Marotta ha attribuito l’eliminazione agli ottavi di Champions League al gol che sarebbe valso il momentaneo 0-3 annullato a Marotta, per il tecnico spagnolo, invece, la Vecchia Signora deve guardare altrove per capire i motivi della sconfitta.

“Il Bayern Monaco quando perde contro il Real Madrid od il Barcellona va a complimentarsi con gli avversari, la Juventus no”, il commento dell’allenatore dei bavaresi.

“Il calcio è fatto anche di questi episodi, forse c’era una rete che andava convalidata, ma sono cose che accadono. I bianconeri dovrebbero invece pensare alle occasioni da gol che sono state sprecate da Cuadrado e Morata. La Juventus è una grande squadra, non può appigliarsi ad un episodio”.

“Il calcio è fatto così”, ha proseguito l’allenatore iberico “la differenza è stata tutta in quella rete all’ultimo minuto. Al 90′ sei scarso, al 91′ ti dicono che sei un fenomeno. Ad un certo punto loro erano molto stanchi, noi avevamo qualcosa da spendere in più grazie ai cambi. Il sorteggio era duro per entrambe, la Juventus ha dimostratodi essere una squadra fortissima”.

Poi la riflessione tra l’ironico ed il serio: “Certo che fare 4 gol ad una squadra italiana non è cosa da tutti i giorni, alla Juventus per giunta. Ancora non ci credo…”.