ll corridore Giacomo Nizzolo (Nazionale Italiana) ha vinto in volata la 100a edizione del GranPiemonte 2016, da Diano d’Alba ad Agliè (207 km).

RISULTATO FINALE
1 - Giacomo Nizzolo (Nazionale Italiana) – 207 km in 4h25’21″ media 46,806 km/h
2 - Fernando Gaviria Rendon (Etixx – Quick Step) s.t.
3 – Daniele Bennati (Tinkoff) s.t.

Il vincitore, dopo la linea del traguardo, ha dichiarato: “É una grande vittoria perché arriva dopo una giornata corsa a ritmi velocissimi. Sono molto contento anche delle sensazioni che ho avuto in salita: stamattina quando mi sono svegliato non stavo molto bene, forse avevo qualche linea di febbre, poi in gara mi sono sentito meglio e ora sono molto contento. In vista del Mondiale sto dimostrando di stare bene e questa vittoria aumenta le mie motivazioni”.

Il secondo classificato, Fernando Gaviria“A differenza mia, credo che Nizzolo conoscesse il finale e questo ha fatto la differenza, oltre al fatto che è stato il più forte. Era un finale duro e mi sono mancate un po’ le gambe ma complessivamente mi sento bene. Sono nelle forma che volevo avere a questo punto, prima del Campionato del Mondo, ed ho ancora due settimane per raggiungere la forma perfetta. Sono molto contento per questa gara, il ritmo è stato davvero molto elevato e questo è esattamente quello che mi serviva per preparare il Mondiale”.

Il terzo classificato, Daniele Bennati“Ho avuto buone sensazioni negli ultimi venti giorni dopo la Vuelta a España. Ho voluto provare a vincere, questa gara mi ha visto primo già due volte. Mi aspettavo un inizio veloce, nonostante la salita subito nella parte iniziale del percorso. Ho corso molto motivato sin dall’inizio e così hanno fatto i miei compagni. La fuga era piuttosto numerosa [38 unità]. Se [Fernando] Gaviria ed un suo compagno della Etixx-Quick Step non fossero caduti, credo che lo scenario di gara sarebbe stato molto diverso. Solo il Team Sky, AG2R-La Mondiale e noi stavano tirando. Davanti a me sul podio ci sono Giacomo [Nizzolo] e Gaviria, due velocisti giovani e forti: sono felice comunque. In vista del Campionato Mondiale di Ciclismo abbiamo due ottimi velocisti, Giacomo ed Elia [Viviani]. Probabilmente abbiamo uno dei migliori treni!”.